Fitness, a Bologna ecco spazio per allenarsi: si ‘noleggia’ a ore

Uno spazio attrezzato dove allenarsi un giorno che piove o dove fare una lezione privata di yoga. Ecco l'idea di un giovane imprenditore bolognese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Piove e non sai dove allenarti? Per una volta tanto vorresti fare allenamenti in solitudine e silenzio, lontano dal caos delle sale da fitness? A Bologna arriva uno spazio pensato apposta per queste situazioni, o per chi voglia dedicarsi al fitness ma non abbia uno spazio attrezzato a disposizione. L’idea è di di un giovane imprenditore e personal trainer bolognese, Riccardo Sorghini, che ha preso in affitto un locale in via Rubbiani, a due passi dal Tribunale, e lo ha attrezzato di tutto punto con cyclette, attrezzi, pungiball, macchinari per pesi e tutto ciò che in una sala da fitness non può mancare. Poi, per metterlo sul mercato, hanno creato una app, che serve a ‘prenotare’ lo spazio di coworking una o due ore per averlo tutto per sè.

Per entrare, si riceverà un badge magnetico necessario ad aprire la porta e poi, una volta dentro, nessuno potrà entrare. Per accedere, basta prenotarsi tramite l’apposita app Smart Gym e indicare le ore in cui si vuole lo spazio a disposizione. Il costo? Solo il tempo che ti alleni. 

Lo spazio, che offre un servizio innovativo, sarà aperto sette giorni su sette e 365 giorni all’anno, aprirà i battenti per la prima volta lunedì 11 febbraio. Oltre che per ‘rimediare’ a giornate di pioggia battente in cui correre al parco diventa un po’ improbabile, questa idea può essere una svolta per chi di lavoro fa il personal trainer, spesso in difficoltà a trovare uno spazio dove allenare liberamente per i propri clienti. Sulla relativa pagina Facebook si possono conoscere i dettagli.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

8 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»