Siria, la guerra si infiamma: morti 12 bambini. Raid Usa contro Assad

ROMA – L’aviazione americana, nell’ambito della coalizione impegnata nella lotta al gruppo armato Stato islamico in Siria, ha bombardato truppe del regime di Bashar Assad, “in risposta ad un attacco non provocato” contro basi dell’alleanza delle Forze democratiche siriane. Almeno un centinaio sarebbero i combattenti uccisi.

“Abbiamo reagito per respingere l’aggressione contro i nostri alleati impegnati nella lotta contro lo Stato Islamico”, hanno fatto sapere gli americani. Ieri, lungo tutta la giornata, sono state registrate diverse operazioni militari: all’alba quella israeliana, poi i bombardamenti del regime contro i centri abitati dell’area di Ghouta, una delle ultime enclave di resistenza.

L’aviazione e l’artiglieria avrebbero colpito le cittadine di Douma, Beit Sawa e Hammouriyeh, uccidendo 31 civili, tra cui 12 bambini, e lasciando a terra 65 feriti. Altre fonti hanno parlato di ottanta morti.

8 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»