Export vino toscano vola: vale un miliardo e nel 2014 è cresciuto del 22%

FIRENZE – L’export del vino toscano fa segnare “una crescita di quasi il 22% sull’anno precedente, mentre la media italiana è del 5,4%”, per una fetta di mercato poco inferiore al miliardo di euro (923,4 milioni). Lo rivela Toscana Promozione, l’agenzia regionale durante la presentazione della sesta edizione Buy Wine. Un dato che potrebbe portare la Toscana al secondo posto in Italia per valore di esportazioni nel settore, dopo il Veneto e prima del Piemonte, “che intanto sta perdendo quote”. Inoltre la regione aumenta il proprio peso sul totale nazionale, passando dal 14,8% del 2014 al 16,7% del 2015. Dal 2003 ad oggi il commercio estero dei vini toscani “è cresciuto del 102,4% in valore”, e ciò nonostante la crisi del 2008-2009 quando si registrarono due annate negative: “ma dal 2009 la crescita è stata costante ed è pari all’81%”.

vino LambruscoLa Toscana è poi la regina italiana dei vini rossi Dop d’esportazione “e supera ampiamente Piemonte e Veneto, con oltre 400 milioni di euro nei primi 9 mesi del 2015”. Per quel che riguarda le aree geografiche, il mercato principale resta quello nord americano (188,2 milioni) ed europeo (186.0 milioni di euro) con incrementi, rispettivamente, del 15.8% e del +5.6%. Cresce anche l’export dei bianchi Dop che fanno registrare, nei primi 9 mesi del 2015, un +14.9% in valore rispetto all’anno precedente.

di Diego Giorgi, giornalista

8 Feb 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»