Campania

Regione. Dal Consiglio sostegno ai siti Campani di Alenia Aermacchi

regione-campania_258NAPOLI – Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Rosa D”Amelio, ha approvato all’unanimità la Mozione presentata dalla capogruppo del M5S Valeria Ciarambino, sulla salvaguardia produttiva e occupazionale dei siti Alenia in Campania, così come integrata dal lavoro svolto durante il Consiglio dai rappresentanti di tutte le forze politiche.

La Mozione è tesa ad aprire, tra l”altro, un tavolo nazionale di confronto con il Governo e con le parti sociali per salvaguardare il livello localizzativo e occupazionale dello stabilimento Alenia in Campania, che, dal 1° gennaio di quest’anno, è una delle divisioni della nuova One Company costituita da Finmeccanica.

E’ evidente l’assenza di prospettive per il rilancio dei siti campani di Alenia Aermacchi – ha spiegato Ciarambino -, in particolare Pomigliano è destinata ad avere solo un ruolo marginale. Negli ultimi anni, nel silenzio della politica nazionale e regionale, abbiamo assistito al trasferimento degli stabilimenti nei territori del nord, sulla spinta della Lega, andando a depauperare ulteriormente il territorio meridionale, e azzerando la classe dirigente locale relegata ad un ruolo marginale – ha spiegato – ; per il futuro non ci sono investimenti ne linee di sviluppo ed è preoccupante l’assenza di programmazione. Come M5S, chiediamo investimenti e prospettive per gli stabilimenti campani e affinchè venga istituto un tavolo tecnico che dia futuro al comparto aerospaziale in Campania. Facciamo appello a tutte le forze politiche e particolarmente al Pd come partito di maggioranza di sostenere questa mozione e questa battaglia politica a sostegno del nostro territorio”, ha concluso la capogruppo del M5S.

“La mozione presentata dal M5S apre un confronto importante ma diventa ancora più utile se da essa nasce una battaglia comune e se vengono coinvolti altri livelli di competenza, dal Governo ai sindacati“, ha sottolineato il consigliere del Pd Antonio Marciano, per il quale “la problematica va affrontata in una dimensione unitaria nell’ambito dell’insieme dell”apparato industriale della nostra regione. Il tema della salvaguardia e dei nuovi investimenti nella nostra regione è un tema fondamentale che stiamo affrontando come maggioranza di governo e che pone al centro dell”attenzione l’aerospazio, la microelettronica, l’aeroportuale e tutti i lavoratori coinvolti nei processi produttivi. Scelte sbagliate dell’allora governo nazionale a trazione nordista contro le quale scendemmo in campo come quando partecipammo al Consiglio comunale allargato di Pomigliano”, ha ricordato Marciano evidenziando che “per troppi anni c’è stato il silenzio della classe dirigente locale nei confronti delle scelte nazionali. Il tema non è soltanto quello della perdita immediata dei posti di lavoro – ha sottolineato il questore alle finanze del Consiglio regionale – ma la preoccupazione ancora più grave è che se si sottrae il cuore pulsante della progettazione industriale alla Campania e al Sud, inevitabilmente questi territori saranno definitivamente depauperati. Quindi, è necessario che sia il governo regionale ad intraprendere questa iniziativa tesa a rivedere la progettazione industriale di Finmeccanica affinchè si salvaguardi la realtà produttiva campana”. Marciano ha, quindi, proposto di integrare la mozione alla luce del dibattito consiliare.

8 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»