Giochi rotti, silenzi e scenate. Una psicologa di Bologna prova a spiegare perchè i bambini si arrabbiano

BOLOGNA – Leonardo fa una scenata al giorno. Alessia si vergogna di essere così irascibile. Max invece con la mamma non parla. Età diverse, famiglie diverse, ma il problema è sempre lo stesso: la rabbia. Che i bambini esprimono come possono, e gli adulti a volte fanno fatica a decifrare. Una giovane psicologa e psicoterapeuta di Bologna, Francesca Broccoli, che per lavoro si è trovata a studiare diversi casi, ha deciso di raccogliere la sua esperienza in un libro per aiutare i genitori ad affrontare questo problema.

rabbia_bambini

Si intitola “Lascia che si arrabbi. Capire e affrontare la rabbia di tuo figlio dai tre ai 13 anni“. Capire ma anche affrontare: “Reprimere non serve- spiega la psicologa- dobbiamo accompagnare i nostri figli a capire chi è la ‘signora Rabbia’ e da dove viene. Perché conoscerla è il miglior modo per mandarla via”. Il manuale, in cui abbondano esempi concreti, uscirà in libreria domani, 9 febbraio per la Sperling&Kupfer edizioni, ma si può comprare anche online. Ha l’obiettivo di aiutare i genitori a comprendere il punto di vista dei piccoli e a comunicare con loro in modo semplice e rassicurante.

Sono tante le manifestazioni con cui una mamma o un papà possono trovarsi a fare i conti: giochi scagliati a terra con violenza, per esempio, o a volte distrutti. Ma ci sono anche bambini che si sfogano urlando, facendo gesti aggressivi oppure mettendosi a correre forsennatamente senza una meta. “La rabbia è solo un contenitore, attraverso il quale i bambini comunicano paura, ansia o un momento di angoscia.

francesca_broccoliSpesso dietro la rabbia c’è un problema più grande, tavolta di origine traumatica. Ecco perchè la cosa importante è capire cosa ci vuole comunicare il bambino, non punirlo e basta“, dice ancora Broccoli. Il libro prende spunto da una serie di casi che la psicologa ha studiato nel suo lavoro ma non solo: lo scorso anno, infatti, vista la frequenza con cui questo tema ricorreva nel suo lavoro, ha organizzato alcuni cicli di incontri pubblici, tra Bologna e provincia, dedicati a mamme e papà che volevano saperne di più sulla “rabbia” e capire come aiutare i genitori alle prese con situazioni non sempre semplici. Gli incontri sono serviti a Broccoli per raccogliere una serie di spunti e riflessioni poi confluiti nel volume.

di Marcella Piretti, giornalista professionista

8 Feb 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»