Tg Politico, edizione del 8 gennaio 2019

Si parla di: Banca Carige, è scontro dopo il salvataggio; Reddito di cittadinanza, a giorni il decreto

BANCA CARIGE, E’ SCONTRO DOPO IL SALVATAGGIO

Il Consiglio dei ministri ha varato le norme che mettono in sicurezza i risparmiatori di banca Carige. Dall’opposizione Matteo Renzi attacca Di Maio e Salvini. “Devono vergognarsi per quello che hanno detto per anni contro di noi”, scrive su Twitter l’ex premier, secondo il quale in dieci minuti di riunione, il Consiglio dei Ministri ha smentito cinque anni di insulti e menzogne. Altrettanto dura la replica di Salvini che accusa Renzi e Boschi di aver ignorato i risparmiatori. “Noi- dice il leghista- non abbiamo fatto favori alle banche”.

REDDITO DI CITTADINANZA, A GIORNI IL DECRETO

Il decreto legge sulle pensioni con “quota 100” e “reddito di cittadinanza” andra’ in consiglio dei ministri giovedì, o al massimo la prossima settimana. Secondo le stime le famiglie beneficiarie del sussidio saranno 1 milione e 700mila, 300 mila in più rispetto alle precedenti previsioni. L’importo medio potrebbe scendere a circa 400 euro al mese per nove mesi. Numerosi gli incentivi all’occupazione. Un’azienda che assume un titolare di reddito di cittadinanza terra’ per sé fino a 18 mesi di sussidio. Chi si mette in proprio prenderà l’assegno per altri sei mesi, fino a un massimo di 4.680 euro.

PENSIONATI CGIL A CONGRESSO, TEST PER COLLA E LANDINI

Prove generali del congresso Cgil a Torino, dove si apre l’assise dei pensionati. Gli sfidanti alla guida di corso d’Italia, gli emiliani Maurizio Landini e Vincenzo Colla, saranno entrambi a Torino ad ascoltare la relazione del segretario Ivan Pedretti. Lo Spi ha scelto come titolo della sua tre giorni “Qui si fa il futuro”, forte dei 2,7 milioni di tesserati, la metà degli iscritti alla Cgil. Il suo peso gioca a favore di Colla, mentre per l’ex numero uno della Fiom si sono già espresse le categorie più grandi.

PAPA: LA SOLIDARIETÀ SIA LA RISPOSTA AL PROFITTO

La solidarietà deve essere la risposta alle logiche di profitto che troppo spesso ispirano le strutture mediche. E’ l’appello lanciato da papa Francesco in occasione della giornata del malato. Di qui l’invito del pontefice a “promuovere la cultura della gratuità e del dono, indispensabile per superare la cultura del profitto e dello scarto”. Bergoglio ringrazia inoltre il lavoro dei tanti volontari che si adoperano negli ospedali. “È anche così- dice- che si realizza l’umanizzazione delle cure”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

8 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»