La Lazio festeggia 116 anni e la sezione atletica 'adotta' piazza della Libertà - DIRE.it

Lazio

La Lazio festeggia 116 anni e la sezione atletica ‘adotta’ piazza della Libertà

ROMA – Lo sport adotta pezzi di territorio. La Lazio Atletica leggera “prenderà in custodia” Piazza della Libertà, a Roma, il luogo dove il 9 gennaio del 1900 nacque la società sportiva Lazio. La cerimonia si svolgerà proprio domani, in occasione del 116esimo anniversario dalla fondazione.

La piazza sarà formalmente consegnata dal Dipartimento Tutela ambientale e del Verde di Roma Capitale nelle mani del presidente Gianluca Pollini e dei suoi atleti. Presente all’evento la presidente della commissione Sicurezza del I Municipio, Iside Castagnola.

Corsa_fondatori_lazio

La prima sezione in ordine di tempo della polisportiva – la prima a nascere fu la Società podistica Lazio – diventa così la prima sezione in ordine di tempo ad adottare un luogo della città “per mantenerlo nel suo massimo decoro e splendore”, come si legge in una nota. Obiettivo dell’iniziativa – a cui ha lavorato il vicepresidente della Lazio Atletica leggera Giovanni Carrara – sarà di trasformare il luogo di nascita della società sportiva in un vero giardino, a disposizione dei laziali e di tutta la cittadinanza romana oltre che dei turisti.

“E’ un ritorno alle origini- spiega la nota- un atto che riconsegna nelle mani dei naturali discendenti dei fondatori ciò che fu loro nella storia. Ed è un atto che succede cronologicamente a quello di appena un anno fa, quando la nostra sezione, per celebrare i 115 anni, riportò in vita i nove fondatori, grazie ad una idea di Giuseppe Vasapollo con la collaborazione realizzativa di Fabrizio Sardo, Giovanni Carrara, Stefano Scifoni e Walter Calicchia. E i nostri nove padri fondatori torneranno di nuovo sulla piazza la mattina del 9 gennaio per l’edizione numero zero de ‘La Corsa Dei 9 Fondatori’, prevista quest’anno come corsa/passeggiata non competitiva e che prenderà il via proprio da Piazza della Libertà attraversando in modo assolutamente festoso alcuni dei luoghi più importanti e caratteristici del nostro centro: da Castel Sant’Angelo a Piazza Navona, dal Pantheon a Piazza Venezia, dal Quirinale a Trinità dei Monti, per finire poi al Pincio, luogo dove presero vita i primi allenamenti di gruppo della Società Podistica Lazio, chiudendo infine la passeggiata di nuovo a Piazza della Libertà, attraversando Ponte Regina Margherita”.

La passeggiata, spiegano ancora i rappresentanti della polisportiva Lazio, “vedrà i nove sfilare vestiti come lo scorso anno con un’unica licenza. Indosseranno scarpe moderne da running. Dietro di loro, i tesserati della nostra sezione tutti con la felpa blue ufficiale per dare un risalto scenografico e coreografico all’evento, che speriamo dai prossimi anni possa anche diventare un appuntamento ufficiale trasformandosi in gara agonistica. Lo scorso anno ciascuno dei nove partecipanti ebbe un ruolo specifico cercando di entrare nel suo personaggio. Da quest’anno tutti e nove saranno contemporaneamente Bigiarelli, Luigi e Giacomo, Mesones, Balestrieri, Lefevre, Massa, Aloisi, Grifoni e Venier. Scelta dettata dal cuore, perché i nove fondatori sono e saranno sempre superiori ai loro interpreti e quindi ci sembrava giusto non ‘personificare’ alcun atleta attuale con i nostri avi”. Infine, in occasione dell’anno del Giubileo Straordinario della Misericordia, tutti i laziali “saranno invitati a contribuire con una speciale raccolta con generi alimentari e/o abiti usati da donare alle persone meno abbienti della nostra città. In particolare, tali segni di attenzione, saranno recapitati alla Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù in Prati che, con entusiasmo, ha accolto la decisione della Società di adoperarsi fattivamente in una lodevole attività solidale”.

8 gennaio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»