Sanità

Il Ministero della Salute ‘depenna’ 6.500 medici: sono indietro con la formazione

ROMA-  Il conto alla rovescia per il conseguimento, entro l’anno, dei 50 crediti obbligatori per l’Ecm è cominciato. Manca poco al 31 dicembre, infatti, e sono moltissimi i medici che non hanno ancora completato l’obbligo formativo. Proprio quest’anno, intanto, il ministero della Salute ha provveduto “a depennare più di 6.500 medici competenti” rimasti indietro con l’aggiornamento.

Ma in questi mesi, come e quanto si sono aggiornati i camici bianchi? Consulcesi, gruppo leader nella tutela e nei servizi per i professionisti della sanità, snocciola i numeri: “Sono oltre 175mila i crediti Ecm fruiti nel corso degli ultimi dieci mesi sulle sue piattaforme e 22.931 gli attestati rilasciati. I medici, anno dopo anno, sono quindi sempre più ‘digitalizzati’ e la formazione a distanza si è rivelata la protagonista indiscussa tra i servizi offerti da Consulcesi Club”.

medici

Dall’1 gennaio al 31 ottobre 2015, aggiunge ancora la società, sono stati richiesti “oltre 32mila corsi Fad, con una percentuale di completamento di oltre il 70%. Tra tutti, quello che ha destato maggiore interesse è stato ‘La responsabilità professionale in ambito amministrativo’ (5 crediti Ecm – 2.024 corsi acquistati), sintomo di una crescente curiosità nei confronti delle implicazioni giuridiche dell’attività medica. Al secondo posto, invece, c’è il corso in lingua inglese ‘Elementary English’ (12 crediti Ecm – 1.391 acquistati), mentre al terzo ‘Comunicare con successo’ (4 crediti Ecm – 1.118 acquistati), entrambi orientati a formare i camici bianchi in discipline ormai indispensabili nel rapporto con i pazienti”.

Tra le e-lessons dedicate alla formazione dei medici che vantano maggiore percentuale di completamento, invece, spiccano il ‘Corso sui disturbi muscolo-scheletrici dell’arto superiore di origine professionale’ (2 crediti Ecm – 93% di completamento); al secondo e terzo posto ci sono invece il ‘Corso Donna & Lavoro’ (2 crediti Ecm – 92% di completamento) e il ‘Corso i rischi dell’Amianto: nocività nel tempo e danni sulla salute’ (2 crediti Ecm – 92% di completamento). Quest’ultimo, in particolare, figura al primo posto tra i corsi completati entro 20 giorni dall’acquisto. “Abbiamo da sempre a cuore la formazione del personale sanitario- dice Andrea Tortorella, amministratore delegato di Consulcesi Group- e noi ci impegniamo costantemente per consentire ai camici bianchi di ottenere facilmente, compatibilmente con i numerosi impegni lavorativi, tutti i crediti Ecm annuali obbligatori nell’arco del triennio formativo. Con le più moderne tecnologie informatiche, inoltre, facciamo in modo che i medici possano formarsi dove, come e quando vogliono con un solo semplice click. Una cura nel dettaglio, questa, che ha portato a migliorarci ogni giorno e ad offrire una formazione sempre più mirata e completa. Nei prossimi mesi sono in arrivo nuovi corsi e funzionalità sempre più all’avanguardia, oltre che un’attenzione costante alla qualità e alla facilità per puntare sempre al top”.- Grazie alla partnership con Sanità in-Formazione, provider accreditato Age.Na.S., a disposizione dei medici c’è il catalogo Fad con oltre 90 corsi a disposizione suddivisi in cinque collane: Legale, Sicurezza, Manageriale, Medicina ed Informatica. “Il successo del servizio ha superato ogni più rosea aspettativa- aggiunge ancora Consulcesi- e riscosso grandi consensi da parte dei medici di ogni specializzazione, anche grazie all’eccellenza qualitativa dei percorsi formativi proposti, realizzati in collaborazione con le principali società scientifiche e centri d’eccellenza: dal Bambino Gesù all’Acoi (Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani), dal Sant’Andrea di Roma- conclude- alla FNOMCeO (Federazione Nazionale Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri)”.

7 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»