Intervista a Michele Bonifazi

michele_bonifazi_lpl_smNome: Michele

Cognome: Bonifazi

Luogo e data di nascita: San Marino il 16/01/1989

Professione: imprenditore

Residenza a San Marino: dalla nascita

Domicilio a San Marino: dalla nascita

Eventuale/i altra/e cittadinanza/e: italiana

Partito: Lpl

1) Cominciamo dalla legislatura ormai volta al termine. Può dirci cosa, secondo la sua opinione, ha funzionato bene e cosa no o comunque meno? Per quali ragioni?

Secondo me non ha funzionato bene niente, basta vedere in che condizioni hanno ridotto la nostra Repubblica.

2) Nella prossima legislatura, quali sono i tre punti prioritari che la nuova maggioranza dovrà mettere al centro dell’agenda politica nei primi 100 giorni? Perché?

Disoccupazione, sicurezza del territorio e controlli fiscali

3) Ci sono delle tematiche politiche che sente maggiormente vicine e per le quali desidera impegnarsi in prima persona? Come mai?

Essendo un cacciatore, voglio aiutare e dar voce a questa categoria dato che nessuno in passato ha mai fatto niente. Noi muoviamo l’economia in modo pauroso (licenza, abbigliamento, cartucce, fucili, prodotti per cani, veterinari, ecc.) ed è ora che qualcuno risolva la miriade di problemi che ci sono.

4) In questa fase si parla sempre più di sviluppo dell’economia del Paese ma il concetto è legato all’idea di sviluppo che ognuno ha. Secondo la sua, quali sono le direzioni da seguire per ottenere i traguardi in tale ambito? A cosa non bisogna rinunciare per farlo?

Ormai i costi per aprire le attività sono molto elevati, nessuno vuole più investire nel nostro territorio, i servizi sono zero. Dobbiamo assolutamente favorire le piccole medie imprese e far tornare il San Marino di una volta, dove la nostra economia era invidiata in tutto il mondo.

5) Qual è il convincimento che ha maturato in questi anni nel rapporto che sarebbe giusto si instaurasse tra San Marino e Unione Europea?

San Marino deve assolutamente rimanere fuori dall’ Unione Europea; la maggior parte dei paesi che ne fanno parte vorrebbero uscirne, e noi cosa facciamo? Vogliamo entrare? Assolutamente NO EUROPA

6) Nella storia di San Marino, anche recente, c’è una figura politica a cui si ispira o almeno in cui si riconosce per ideali e valori?

Per fortuna no, a nessuno.

7) Nello scenario politico internazionale, attuale o passato, c’è un personaggio di cui stima l’azione politica? Se si, per quali motivi?

Che io ricordi solo il Duce in passato ha guardato al bene della sua popolazione, ed oggi è visto da molti come un mostro.

Creò case popolari per i più poveri, molti acquedotti, bonificò milioni di ettari di terreno e tantissime altre cose a favore della sua popolazione.

8) Ci sono delle esperienze nella sua formazione, nel suo lavoro, nella sua vita (anche politica) che considera propedeutiche o comunque importanti per svolgere nel migliore dei modi il mandato per cui si candida?

Si, la sincerità. La gente si è stancata di sentire promesse che poi non vengono mantenute.

9) Ci sono momenti in cui si sente orgoglioso del suo Paese? Quando l’ultima volta?

Ultimamente mi sento orgoglioso della mia Repubblica quando ogni mattina mi alzo e vedo di fronte a me il meraviglioso monte con le tre torri e quando suona l’Inno. Altrimenti la questione politica non mi rende orgoglioso proprio per niente.

10) Quali sono gli aspetti del suo carattere che ritiene maggiormente importanti per fare politica?

Lealtà, sincerità e rispetto verso il prossimo.

11) Quando è nata nella sua vita l’aspirazione all’impegno politico con lo spirito di servizio per la nostra Repubblica? É giunta legata a un fatto scatenante particolare o si è costruita gradualmente nel tempo?

Da quando sono diventato babbo, voglio poter lasciare a mia figlia una Repubblica sicura e tranquilla com’era una volta.

12) Nella sua vita privata, anche passata, ci sono delle passioni (sport, hobbies, interessi) che ha coltivato e che hanno lasciato il segno dentro di lei? Se si, quali insegnamenti ne ha ricavato?

Sono un cacciatore e sono orgoglioso di esserlo. Mi è stata tramandata, ed è una passione che o ce l’hai dentro altrimenti non potrai mai comprenderla. Stare a contatto con la natura mi rilassa e mi distoglie dai problemi della vita di tutti i giorni.

13) Con la preferenza unica crediamo che gli elettori valuteranno la competenza, le capacità del candidato, le sue motivazioni e l’entusiasmo. Cosa può dire a proposito riguardo le sue?

Trasparenza e sincerità. Credo che ogni candidato debba avere come priorità questi due punti verso i cittadini. È ora di dire basta alle prese in giro e alle promesse mai mantenute.

7 Nov 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»