AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sanità

Vaccini, Lorenzin: “Ok a modifiche del decreto, non lo stravolgono” VIDEO

ROMA – I vaccini obbligatori sono passati da 12 a 10 e sono state ridotte le sanzioni. Queste le principali modifiche al decreto legge Lorenzin. 

“Il Parlamento è sovrano, io continuerò ad accettare emendamenti che non stravolgono la base scientifica del decreto e che sono migliorativi”. Così la ministra della Salute Beatrice Lorenzin commenta i lavori in commissione Sanità del Senato al decreto vaccini.

Arrivando alla assemblea di Confagricoltura, la ministra osserva che la riduzione delle sanzioni “non vanifica l’effetto sanzionatorio” e la lista dei vaccini rimodulata “se va bene alle autorità sanitarie va bene anche a me”.

“NON TEMO IL RICORSO DEL VENETO MA SPERO CI RIPENSI”

“Non ho nessun timore. Abbiamo costruito un decreto per una questione di urgenza e per mettere in sicurezza la popolazione”. Così Lorenzin commenta il ricorso contro il decreto vaccini annunciato dalla Regione Veneto.


La ministra osserva che “molte argomentazioni che si sentono sono oggettivamente prive di base scientifica e sanitaria. Spero ci si ripensi perché questa è una fase sanitaria in cui è importante ci sia un messaggio univoco: che i vaccini fanno bene, non sono pericolosi e sono l’arma numero uno per mettere in sicurezza la popolazione”, conclude.

LEGGI ANCHE Veneto quinta regione in Italia per casi di morbillo

07 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988