Roma. Il Tar dà ragione al Comune: via i camion bar dal Centro storico - DIRE.it

Lazio

Roma. Il Tar dà ragione al Comune: via i camion bar dal Centro storico

ROMA – I camion bar si possono spostare dal Centro di Roma. Il Tar del Lazio dà ragione al Comune di Roma e respinge la sospensiva presentata da Donato Tredicine che aveva chiesto di fermare la delibera comunale che decretava lo spostamento dei camion bar dai luoghi storici di Roma secondo le decisioni del tavolo tecnico sul decoro.

camion bar

Con il provvedimento monocratico emesso oggi dalla sezione seconda ter del Tar del Lazio, cade l’ultimo ostacolo giuridico alla ricollocazione dei camion bar prevista per venerdì e annunciata lo scorso 23 giugno dal sindaco di Roma, Ignazio Marino. I giudici di via Flaminia motivano il rigetto della richiesta di sospensiva spiegando che “non sussistono i presupposti di ‘estrema gravità e urgenza’ di cui all’art. 56, primo comma, c.p.a. per l’invocata misura cautelare provvisoria- si legge nel decreto- trattandosi, non di cessazione dell’attività, ma di una mera ricollocazione, sia pure in una zona che si asserisce essere di minor valore commerciale”. Il Tribunale fissa per la trattazione collegiale dell’istanza cautelare la camera di consiglio del 29 luglio 2015.

(Aggiornamenti nel notiziario DIRE in abbonamento)

di Nicoletta Di Placido – Giornalista Professionista

MARINO: STOP A BRUTTURE IN CENTRO – “La nostra direzione è molto chiara: io voglio fortemente che la signora Maria, che viene da Tor Sapienza, possa vedere il Colosseo come l’ha visto Barak Obama, cioè senza delle brutture che oscurano una bellezza di statura universale come quella del nostro Colosseo”. Lo ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, tornando sul tema dei camion bar a margine dell’inaugurazione di un cantiere in via Nomentana. Quanto alla decisione del Tar, che ha respinto la richiesta di sospensiva del provvedimento di spostamento dei camion bar, il primo cittadino ha fatto sapere che “non ho ancora comunicazioni ufficiali da parte del Tar, aspetto le comunicazioni ufficiali”.

7 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»