AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Da Pietro Mennea a Sara Simeoni, a Roma la Walk of Fame dei campioni dello sport

walk_of_fame_targa_scoperta ROMA – Cento nomi, cento leggende. Da Mennea a Zoff, da Coppi a Rivera, da Simeoni a Idem, dai fratelli D’Inzeo a Benvenuti, Mangiarotti, Belmondo, Compagnoni e Trillini. Ottantasette uomini e tredici donne che hanno fatto grande lo sport italiano. E’ stata inaugurata questa mattina a Roma la prima Walk of fame che riunisce uno dietro l’altro, grazie a cento mattonelle celebrative, gli atleti più rappresentativi della storia disposti secondo la data di nascita, dal 1877 di Gian Giorgio Trissino (equitazione) al 1977 di Domenico Fioravanti (nuoto).

walk_of_fame_pietro_mennea La passeggiata si sviluppa lungo viale delle Olimpiadi fino a largo De Martino, nel parco del Foro Italico, ma in futuro si spingera’ verso lo stadio dei Marmi quando saranno aggiunti altri nomi. Le prime cento lastre personalizzate riportano incisi in oro il nome dell’atleta, la disciplina e poi in basso a destra lo scudetto dell’Italia, tutto su fondo bianco lucido all’interno di una cornice azzurra. Le mattonelle, inoltre, sono costruite in materiale capace di resistere all’azione degli agenti atmosferici e all’usura dovuta al passaggio dei pedoni. L’inaugurazione della Walk of fame e’ stata una vera festa che ha portato in viale delle Olimpiadi tantissimi simboli dello sport italiano, con atleti di tutte le eta’ ma anche figli, nipoti e parenti di chi non c’e’ più. Emozionante il momento in cui e’ stato svelato il nome di Pietro Mennea, alla presenza della moglie Manuela e della grande amica Sara Simeoni, anche lei celebrata qualche metro più avanti.

walk_of_fame_inaugurazione “Oggi celebriamo le cento persone che hanno fatto grande il nostro sport in 101 anni di Coni- ha detto il presidente del Comitato olimpico nazionale, Giovanni Malago’– I nomi sono stati scelti dagli stessi atleti, come e’ giusto che fosse. Abbiamo fatto quello che era giusto fare: ricordare le persone che hanno reso grande il nostro Paese, e mi permetto di dire non solo nello sport”. E per il presidente della commissione Atleti del Coni, Marco Durante, oggi e’ stata “una giornata importante, inauguriamo un progetto che celebra per sempre le grandi imprese di questi personaggi”. Poi la precisazione: “Sappiamo che ci sono state delle lamentele per qualche esclusione, mi dispiace ma dobbiamo pensare che festeggiamo dei simboli. Comunque se qualcuno meritera’ sara’ considerato per il futuro”. Nella Walk of fame sono stati inseriti anche tre atleti paralimpici: Roberto Marson, Paola Fantato e Luca Pancalli. Per quest’ultimo, che ricopre anche il ruolo di vicepresidente del Comitato promotore di Roma 2024, svelare il proprio nome “e’ stata un’emozione che mi ha portato indietro nel tempo, a tanti momentii belli ma anche a tanti sacrifici e sconfitte. E’ una cosa bellissima, complimenti al Coni e a Malago’ perche’ mancava all’Italia. E’ uno straordinario segno di riconoscenza nei confronti di tanti campioni. E nella grande famiglia ci siamo anche noi paralimpici”. Infine, lo staff del settore Marketing e sviluppo del Coni, guidato da Diego Nepi Molineris, sta lavorando all’ipotesi di creare in futuro un’app per smartphone che possa dare informazioni sugli atleti e sulle loro imprese a tutti gli appassionati che percorreranno il viale.

di Erika Primavera

(Video in abbonamento)

07 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988