AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Incendio nella notte all’aeroporto di Fiumicino, pesanti disagi per voli e traffico

ROMA – Un incendio è divampato questa notte al terminal 3 dell’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Secondo le prime informazioni il rogo sarebbe stato causato da un corto circuito, ma non sono escluse altre ipotesi. Ci sarebbero tre persone intossicate, ma nessun ferito. Adr ha prima comunicato che l’aeroporto è chiuso almeno fino alle 14. Poi, sulla base della riunione operativa tenutasi oggi presso la sede Enac, il tavolo operativo, comprendente tutti gli enti aeroportuali, ha deciso di riattivare i primi voli in partenza dalle ore 12 sulla base della disponibilità operativa delle compagnie aeree. Il riavvio sarà graduale.

L’ACCETTAZIONE – In considerazione dell’inagibilità del Terminal 3, Alitalia informa “che tutte le operazioni di accettazione per voli nazionali, internazionali e intercontinentali si svolgono al Terminal 1 Alitalia”.

Per agevolare il servizio ai passeggeri Alitalia ha avviato due task force di circa 100 persone, composta da personale di tutte le aree operative e commerciali, compresi anche i dirigenti, per dare informazione ai passeggeri in partenza e per quelli in transito; “la task force è riconoscibile da un giubbotto ad alta visibilità con la scritta Alitalia”.

Il consiglio ai passeggeri è quello di verificare direttamente con i vettori l’operatività del proprio volo e l’eventuale orario di partenza prima di raggiungere lo scalo. Il flusso degli arrivi è fortemente contingentato a poche unità all’ora è gestito dall’Enav. L’operativo dei voli di oggi sarà comunque condizionato dall’evento di questa notte. Pesanti le ripercussioni del traffico aereo in tutta Italia e ingenti i danni alle strutture del Terminal.

Intanto è ripreso alle 10.15 il servizio viaggiatori per l’aeroporto di Fiumicino, sospeso, dalle 4.40, per disposizione della Questura di Roma. Durante la sospensione i treni hanno continuato comunque a raggiungere l’aeroporto. I treni della FL1 hanno svolto servizio viaggiatori in salita e discesa fino a Parco Leonardo, raggiungendo vuoti Fiumicino per consentire poi il deflusso dei passeggeri presenti allo scalo e diretti a Roma. Altrettanto il Leonardo Express, che ha viaggiato vuoto per l’aeroporto svolgendo il servizio viaggiatori solo in direzione Roma.

“Il terminal T3 lato partenze è sano e agibile, quello che è stato distrutto è nella parte successiva e si tratta di 400 metri quadrati di negozi, in un’area commerciale. Non è stata interessata l’area del cantiere per il nuovo molo” ha spiegato l’Ad di Adr, Lorenzo Lo Presti, nel corso di una conferenza stampa all’aeroporto Leonardo da Vinci durante la quale è stato fatto il punto sulla situazione dello scalo di Roma-Fiumicino dopo l’incendio di questa notte. “C’è stato un corto circuito in un’attività commerciale che ha scatenato l’incendio- ha aggiunto- Il Terminal 3 è distrutto nella parte dopo i varchi di sicurezza in una zona commerciale. All’aeroporto Fiumicino abbiamo 18.000 centraline che rilevano il fumo. Non scatta l’acqua in automatico ma parte un allarme ai vigili del Fuoco che al Leonardo da Vinci sono presenti con 17 squadre. Le centraline sono scattate e infatti dopo pochi minuti sono arrivati i vigili del fuoco”

Air France e KLM “hanno provveduto a cancellare tutti i voli in partenza da Fiumicino fino alle ore 14 e tutti i voli con arrivo a Fiumicino previsto entro le ore 14” hanno annunciato in una nota congiunta, le due compagnie aeree. Air France e KLM “invitano i passeggeri in partenza oggi da Fiumicino a non recarsi allo scalo fino alla riapertura dello stesso e di verificare lo stato del proprio volo sui siti www.airfrance.it nella sezione ‘Orari dei voli’ e www.klm.it nella sezione ‘Informazioni sui voli’, oppure sui nostri social media”.

In seguito alla riapertura dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, Alitalia ha prima confermato che le partenze dei voli per i passeggeri ripartiranno alle ore 14 in osservanza con quanto fino ad ora comunicato delle autorità aeronautiche. Poi è stata immediatamente avviata la ripresa graduale dei voli con il primo decollo è stato l’AZ 110 diretto ad Amsterdam.

Vista la congestione e la limitazione dell’infrastruttura aeroportuale, tutti i passeggeri in partenza con voli nel pomeriggio sono pregati di recarsi in aeroporto con congruo anticipo. Alitalia ha ricordato, infine, che tutti i passeggeri coinvolti hanno diritto alla riprotezione su nuovi voli Alitalia, modificando la propria prenotazione entro domenica 10 maggio, o al rimborso del biglietto in caso di cancellazione. Per informazioni verificare lo stato del volo sul sito alitalia.com oppure contattare il numero verde 800 650055.

Intanto Roma Capitale si è mossa immediatamente per fornire soccorso con uomini e mezzi all’aeroporto di Fiumicino. Il Campidoglio ha prontamente offerto al prefetto Gabrielli, impegnato nel coordinamento dei soccorsi, la disponibilità della polizia locale e degli uomini del servizio civile e sono stati messi a disposizione di Aeroporti di Roma: autobus per i servizi logistici dagli spostamenti lungo le piste e verso gli aeromobili e quelli per gli spostamenti tra un terminal e l’altro dell’aerostazione. Un impegno nato dalla volontà di attenuare i disagi per le migliaia di passeggeri e per permettere il rispristino del corretto funzionamento dell’aeroporto che, pur non ricadendo nel territorio del Comune di Roma, è lo scalo della città e il principale hub dell’intero paese.

07 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988