I dialetti di Roma dai Parioli a Guidonia: Pilar Fogliati è la star del web

In un video da più di un milione di visualizzazioni l'attrice romana diverte con le sue imitazioni della 'fauna' dei quartieri di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È la nuova star del web: Pilar Fogliati, attrice romana e volto di ‘Un passo dal cielo’ sta facendo impazzire i social in un video dove imita alla perfezione i dialetti di Roma. Il video postato su Facebook ha già più di 1 milione di visualizzazioni.

“Io vivo ai Parioli perché lì fuori c’è qualcos’altro?”, si chiede la ragazza di Roma imitata dalla Fogliati che in un raggio di 3 km ci fa vedere come cambiano le parlate degli abitanti dei quartieri di Roma: dalle ‘coatte’ di Ponte Milvio ai radical chic del centro  per arrivare a Guidonia, la periferia della Capitale.

“Su Roma sud mi sto impegnando- dice l’attrice intervistata a Circo Massimo su Radio Capital – Queste sono imitazioni che mi diverto a fare per gli amici. Eravamo a Cortina per il Cortinametraggio, facevo da cicerona romana a un gruppo di milanesi, gli stavo facendo capire la fauna romana e il giornalista Sergio Fabi mi ha fatto il video”.

“Sono diplomata all’Accademia di arte drammatica Silvio D’Amico, ci sono entrata a 18 anni. Il mio sogno era fare la cretina e ci sono riuscita”, scherza e riporta una frase che le hanno detto i suoi amici in palestra dopo aver visto il video: “A Pilar anni anni de Shakespeare e Pinter e poi fai ‘a cretina sur webb!’ E io mi sono fatta una risata”. Le sue icone? “Sono fan di Paola Cortellesi, Paola Minaccioni, Anna Foglietta e Virginia Raffaele”. L’attrice italiana di sempre? “Monica Vitti”, conclude. 

Pilar Fogliati sarà presto in tv con la serie tv ‘A un passo dal cielo 5’ e con ‘Extravergine’ una nuova serie su Fox.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

7 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»