Milano, Bonomi avanza sul post-expo: “Ora l’atto urbanistico”

MILANO – “Il progetto per riqualificare l’area post Expo e’ ormai finito, ha gia’ attratto un miliardo e 800 milioni di investimenti privati e ha un nome: Mind, Milano Innovation District”. E’ soddisfatto Giuseppe Bonomi, amministratore delegato di Arexpo, societa’ proprietaria dei terreni dell’esposizione universale tenutasi a Milano nel 2015, alla quale e’ stato affidato il compito di riqualificare l’area, che si estende su poco piu’ di un milione di metri quadrati.
Interpellato dalla ‘Dire’ a margine di un convegno a Milano, Bonomi evidenzia: “L’attivita’ di Arexpo procede bene, porteremo la proposta di strumento urbanistico attuativo all’esame della nostra prossima assemblea il 10 maggio”, data in cui il consiglio d’amministrazione di Arexpo adottera’ in via definitiva il masterplan frutto del bando vinto da Lendlease.
“Successivamente inoltreremo lo strumento urbanistico attuativo, al Comune di Milano per l’approvazione, poi prevediamo di strutturare il contratto di concessione di usufrutto di alcune aree”, spiega ancora l’Ad di Arexpo. Il via libera si attende per l’autunno 2018, dopodiche’ “ci sara’ la possibilita’ che imprese private si insedino nell’area”. Ma nei fatti “le potenzialita’ di Arexpo sono gia’ concrete”, rileva Bonomi, citando anche gli “investimenti per 300 milioni da parte del Gruppo Ospedali San Donato-Ircss Galeazzi”. A rendere gia’ attiva l’area sul fronte della ricerca, e’ inoltre la presenza di una trentina di studiosi che dall’inizio dell’anno stanno operando, e che saliranno entro 400 nei prossimi mesi.
Il piano di intervento per riqualificare i terreni di Expo 2015 si comporra’ di funzioni pubbliche e funzioni private: tra le prime rientrano il nuovo centro di ricerca “Human Technopole”, specializzato in tecnologie volte a migliorare la qualita’ della vita e ridurre l’invasivita’ delle cure mediche, il nuovo campus scientifico dell’Universita’ Statale e il nuovo ospedale Galeazzi. Se l’inizio dei lavori del Polo ospedaliero Galeazzi si prevedono per maggio, con conclusione nel 2021, la stessa data e’ prevista per il completamento dello Human Technopole.
Bonomi esprime soddisfazione anche sull’accordo, perfezionato a inizio marzo, con LendLease, “societa’, quotata al mercato di Sydney, che abbiamo selezionato tramite gara internazionale, come nostro partner per il piano di sviluppo, che si e’ impegnata a investire un miliardo e mezzo di euro”.

7 Aprile 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»