L’affondo di Zingaretti: “Governo diviso su tutto, il contratto è carta straccia”

Il neo segretario dem attacca la maggioranza per l'impasse sul caso Tav
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il governo italiano e’ diviso su tutto. Il contratto di governo che doveva garantire la rivoluzione all’Italia e’ carta straccia ed e’ fallito. L’unica cosa che non porta alla crisi di governo e’ la paura di ammettere il fallimento”. Lo dice il segretario del Pd Nicola Zingaretti, dopo aver incontrato Frans Timmermans.

“Abbiamo consigli dei ministri che si convocano e si sconvocano non per discutere di crescita e sviluppo, ma per dubbi amletici sulla Tav. Perche’ non vogliono affrontare il nodo. E’ un fatto molto grave e a mio giudizio c’e’ una sottovalutazione di cosa significa come costo sociale, perche’ aziende che crollano del 7 per cento di fatturato sono aziende che stanno per entrare in crisi”, aggiunge Zingaretti.

TAV. ZINGARETTI: IL GOVERNO E’ NEL TUNNEL DELLA SUA CRISI

“Il governo e’ nel tunnel della sua crisi. Lo dico purtroppo da cittadino italiano: stiamo assistendo a qualcosa di molto grave, una maggioranza che si tiene insieme solo sulla gestione del potere. Ma non riesce piu’ a esprimere alcun tipo di politica e paralizza il paese. A pagare il costo dell’incertezza e’ l’Italia”. Cosi’ il segretario del Pd Nicola Zingaretti, dopo l’incontro con Frans Timmermans a proposito dello stallo nel governo sulla Tav.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

7 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»