Emilia Romagna

Minori e gioco, fa tappa a Bologna il tour “Facciamo girare la voce”

BOLOGNA – Fa tappa al centro commerciale Shopville Gran Reno di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, il tour “Facciamo girare la voce” promosso da Lottomatica, Moige (Movimento Italiano Genitori) e Fit (Federazione Italiana Tabaccai) per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla prevenzione del gioco per i minori, vietato sotto i 18 anni. Il tour, che ha preso il via in novembre e proseguirà fino a febbraio, sta attraversando l’Italia passando per 24 città (due per ogni weekend) con l’obiettivo di diffondere l’esistenza del divieto in modo sempre più capillare grazie ad attività di informazione e sensibilizzazione organizzate all’interno di centri commerciali.

casino_gioco_azzardoIl tour, che nelle passate edizioni ha coinvolto più di 100.000 adulti e contattato oltre 200.000 genitori, inaugura il 2016 tra Bologna e Napoli, a cui sono dedicate le tappe del prossimo weekend. L’appuntamento è sabato 9 e domenica 10 gennaio al centro Shopville di Casalecchio di Reno e, in contemporanea, al centro commerciale Le Porte di Napoli.

Verrà illustrato il programma di gioco responsabile di Lottomatica, con azioni mirate a prevenire le problematiche legate al gioco dei minorenni. L’iniziativa si ripromette anche di incentivare la tutela dei giocatori contro i rischi connessi ad un approccio scorretto al gioco, sensibilizzare tabaccai e anche le famiglie: non tutti sanno che i giochi con vincita sono vietati ai minori di 18 anni (la legge è del 2011), anche se la percentuale di chi conosce il divieto è cresciuta dal 50% del 2014 al 53% del 2015. All’interno dei centri commerciali sarà distribuito materiale informativo e si avrà la possibilità di effettuare un corso di e-learning con specifiche sessioni dedicate alla legge, ai campanelli d’allarme e ai consigli pratici per i genitori.

7 gennaio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»