Piena dell'Arno, in acqua i mezzi per il cantiere Torrigiani - DIRE.it

Toscana

Piena dell’Arno, in acqua i mezzi per il cantiere Torrigiani

FIRENZE – E’ chiuso un tratto di lungarno Serristori, a Firenze. La carreggiata infatti è occupata dai mezzi dei vigili del fuoco impegnati nel recupero di uno escavatore, due gru mobili e due torri faro posizionate sull’argine dell’Arno invaso dalla piena. Si tratta di macchinari della Trevi, la ditta protagonista dei lavori di ripristino di lungarno Torrigiani riaperto il 4 novembre.

Da sotto il muro d’argine di lungarno Serristori, infatti, partiva la pista da cantiere realizzata per arrivare sotto il muraglione in lungarno collassato lo scorso 25 maggio. Nel primo pomeriggio i pompieri hanno sottratto dalla forza dell’Arno già in piena un container sempre della Trevi “che già stava galleggiando, per questo poteva diventare pericoloso”, spiegano i tecnici del Comune che stanno seguendo le operazioni.

Per i mezzi pesanti, invece, arriverà da fuori città una gru speciale. Anche il sindaco Dario Nardella nel pomeriggio si è recato in lungarno Serristori per seguire da vicino le operazioni.

di Diego Giorgi, giornalista

LEGGI ANCHE

Il 4 novembre di Grosseto, l”altra’ alluvione dimenticata

6 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»