Zingaretti: “Abbiamo capito errori, ora voltiamo pagina. Ma no ad accordicchi”

ROMA – “Come ha detto Martina in piazza abbiamo capito dove abbiamo sbagliato, ora dobbiamo cominciare a voltare pagina per costruire un’alternativa a un governo che ha convinto nelle promesse ma ha tradito nelle realizzazioni”. Così il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti, candidato alla segreteria del Pd, intervistato da Sky.

NO AD ACCORDICCHI, PARLIAMO A DELUSI CHE HAN VOTATO M5S

Nicola Zingaretti punta a un’alleanza coi Cinque stelle, come nel Lazio? “Questa è una fake news”, sbotta il presidente della Regione Lazio intervistato a Sky. “Nel Lazio non c’è la maggioranza del centrosinistra ma il M5s è all’opposizione. Il tema non sono gli schemini politicisti, gli accordicchi di potere. Ma è la libertà di dire che dobbiamo cambiare. Noi non dobbiamo smettere di parlare a tutti quegli elettori che hanno votato M5s o addirittura Lega, perchè delusi”.

“BENE ALTRE CANDIDATURE, MA SERVE UMILTA’ VERSO ELETTORI”

“E’ bene che ci siano altre candidature, perchè unanimismo non fa bene alla politica. L’importante è che ci rivolgiamo con umiltà al paese per dire che abbiamo capito”, dice ancora Zingaretti, durante l’intervista a Sky a proposito del ‘fiorire’ di altre candidature oltre alla sua alla segreteria del Pd.

“RENZI RISORSA, ORA BISOGNA SPINGERE TUTTI INSIEME”

“Renzi è una risorsa. Io mi auguro che lui capisca di più che ci sono momenti nella storia in cui spingere con tutti gli altri sia una bella cosa. Io non sono tra quelli che pensano che le persone vadano eliminate dalla scena. Di questo abbiamo anche pagato il prezzo”, dice Zingaretti. Quanto all’ipotesi di Paolo Gentiloni alla presidenza della commissione Ue, Zingaretti si dice pronto a sostenerlo: “Assolutamente si'”, risponde su Sky.

Ti potrebbe interessare anche:

6 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»