Migranti, Boldrini: “Politica è stanca, serve coraggio”

ROMA – “Molto spesso avvertiamo in Europa un senso di stanchezza della politica, una sfiducia diffusa nella possibilità di ripartire, perché è difficile rimettere in moto processi collettivi di progresso economico e sociale”. Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini, parlando al primo forum parlamentare Italia-America Latina e Caraibi in corso a Montecitorio.

“Lo dimostrano ad esempio le grandissime difficoltà emerse nella gestione dell’emergenza dei migranti forzati. Abbiamo rischiato grosso. Le tensioni su questo terreno fra i Paesi membri hanno rischiato di mettere in pericolo conquiste di civiltà date ormai per acquisite- aggiunge- come la libertà di movimento delle persone o la protezione dei rifugiati. Stavamo per rimettere in discussione i fondamentali della nostra identità europea. Eppure sono persuasa che proprio da queste crisi che stiamo vivendo possiamo ritrovare quell’energia necessaria per rilanciare questi valori che ci hanno resi grandi nel mondo: se l’Europa è grande lo è perché è stata il continente del rispetto dei diritti fondamentali della persona. Queste crisi ci possono aiutare a riacquisire quell’orgoglio che per troppo tempo abbiamo messo da parte. Dunque abbiamo bisogno di più coraggio, anche qui in Europa”.

6 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»