Accordo su Ilva, ora la parola ai lavoratori; Ddl Anticorruzione, Daspo scende a 15 anni - DIRE.it

TG-Politico

Accordo su Ilva, ora la parola ai lavoratori; Ddl Anticorruzione, Daspo scende a 15 anni

ACCORDO SU ILVA, ORA LA PAROLA AI LAVORATORI
Diecimilasettecento dipendenti assunti. Quattrocento in piu’ della proposta iniziale. Al termine di una lunga trattativa sindacati e Arcelor Mittal trovano l’intesa sull’Ilva. L’accordo prevede anche incentivi all’esodo, con 100mila euro lordi per chi lascia. Soddisfatto il governo, con Luigi Di Maio, Giuseppe Conte e Matteo Salvini che esultano. L’ex ministro Carlo Calenda commenta: “Bene Di Maio che ha cambiato idea sulla gara”, dice.

DDL ANTICORRUZIONE, DASPO SCENDE A 15 ANNI
I corrotti saranno interdetti dalla Pubblica amministrazione per 15 anni. Prevista l’istituzione di un agente sotto copertura. Il disegno di legge anticorruzione varato in consiglio dei ministri. Previsto anche un inasprimento delle pene

VACCINI, IN CLASSE CON L’AUTOCERTIFICAZIONE
Dopo aver cancellato la proroga di un anno dell’obbligatorietà dei vaccini, oggi il Movimento 5 stelle ha depositato in commissione alla Camera un nuovo emendamento che prevede una sorta di mini rinvio. I bambini, infatti, potranno cominciare la scuola con una autocertificazione da presentare entro il 10 marzo del prossimo anno.

LEGA, CONFERMATO IL SEQUESTRO DI 49 MILIONI
Il tribunale del Riesame di Genova ha accolto il ricorso della Procura sul sequestro dei fondi della Lega. Si tratta di 49 milioni di euro per rimborsi elettorali non dovuti dal 2008 al 2010. Il premier Giuseppe Conte esclude contraccolpi sulla tenuta dell’esecutivo. “Ma e’ difficile fare politica senza risorse”, spiega.

TERREMOTO, IN ARRIVO UN DECRETO EMERGENZE
In arrivo un decreto emergenze per le popolazioni colpite dal terremoto. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte, a margine della visita a Ischia, colpita nell’agosto del 2017 da un sisma che provoco’ due morti e 39 feriti. “Non ci sono terremoti di serie A e di serie B”, dice Conte.

BASSETTI: TEMO PER MIGRANTI CHE SI SONO ALLONTANATI
Il presidente della Cei Gualtiero Bassetti si dice “profondamente dispiaciuto” per l’allontanamento di alcuni profughi dal centro di accoglienza di Rocca di Papa. “Temo per la loro sorte”, aggiunge Bassetti che si augura i migranti non si facciano sedurre dalla malavita. In ogni caso, dice Bassetti, “non abbiamo nulla da rimpiangere a proposito dell’accoglienza”.

6 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»