Fondi Lega, confermato il sequestro di 49 milioni di euro. Salvini: "Temete l'ira dei giusti" - DIRE.it

Politica

Fondi Lega, confermato il sequestro di 49 milioni di euro. Salvini: “Temete l’ira dei giusti”

ROMA – I soldi della Lega vanno sequestrati: lo ha stabilito il tribunale del Riesame di Genova, accogliendo il ricorso della Procura nel processo per una truffa ai danni dello stato, stimata in 49 milioni, per rimborsi elettorali non dovuti dal 2008 al 2010. Nell’ambito dello stesso processo, sono stati condannati in primo grado Umberto Bossi, l’ex tesoriere Francesco Belsito e tre ex revisori dei conti. Al momento i fondi sequestrati ammontano a circa 3 milioni e ora nelle casse del partito ci sono poco più di 5 milioni.

LEGA. SALVINI: SONO TRANQUILLO, ITALIANI SONO CON NOI

“Gli avvocati faranno le loro scelte. È un processo che non mi turba minimamente. Si tratta di fatti risalenti a 8-10 anni fa. Se vogliono ci tolgano tutto. Facciano quello che credono, noi abbiamo gli italiani con noi”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“‘Temete l’ira dei giusti’. Lavoro per la sicurezza degli italiani e mi indagano per sequestro di persona (30 anni di carcere), lavoro per cambiare l’Italia e l’Europa e mi bloccano tutti i conti correnti, per presunti errori di dieci anni fa. Se qualcuno pensa di fermarmi o spaventarmi ha capito male, io non mollo e lavoro con ancora più voglia. Sorridente e incazzato”. Così il ministro dell’Interno  e vicepremier Matteo Salvini.

LEGA. CONTE: CONSEGUENZE PER GOVERNO? DIREI DI NO

Giuseppe Conte teme che la sentenza sulla Lega possa avere contraccolpi sulla tenuta del governo? “Direi di no, confido si possano trovare soluzioni alternative. Pero’ bisogna prendere atto di una difficolta’ seria di fronte a un provvedimento del genere “, dice il presidente del consiglio a Ischia.

LEGA. DI MAIO: NESSUNA RICADUTA SU GOVERNO DA SENTENZA FONDI

“La sentenza fornisce ai magistrati gli strumenti per reperire i fondi. Da parte nostra non c’e nessuna ricaduta sul Governo”. Lo dice il ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, a margine dell’accordo sull’Ilva di Taranto, interrogato dai cronisti sulla sentenza del Tribunale del Riesame di Genova in merito al sequestro di 49 milioni di euro alla Lega.

LEGA. TOTI: INGIUSTO SEQUESTRARE SOLDI VERSATI DA CITTADINI E MILITANTI

“Nel pieno rispetto del lavoro della Magistratura, ritengo sostanzialmente ingiusto sequestrare soldi versati da cittadini e militanti di un partito per eventuali colpe commesse in altre epoche da altri dirigenti. Solidarietà agli amici della Lega”. Lo scrive su Facebook Giovanni Toti, presidente della regione Liguria.

LEGA. MELONI (FDI): SENTENZA INGIUSTA, PIENA SOLIDARIETÀ

“Non sarà una sentenza ingiusta a fermare l’azione politica di un partito. Se c’è qualcuno che in passato ha sbagliato e ha commesso reati ai danni di tutta la collettività deve pagare severamente, ma questo non può in alcun modo tramutarsi nell’atto di impedire ad un partito che rappresenta milioni di italiani di continuare ad operare. Da Fratelli d’Italia piena solidarietà ai militanti della Lega e al segretario Salvini”. Lo scrive su facebook Giorgia Meloni (Fdi).

LEGA. PD: ORA RESTITUISCANO E DI MAIO NON FACCIA LO STRUZZO

“La decisione del Tribunale del Riesame di Genova mette la parola fine sul fatto che i 49 milioni sottratti agli italiani debbano essere restituiti dalla Lega e da Salvini: soldi che il Tribunale ha definito provento di truffa aggravata per percezione fraudolenta di fondi elettorali. Le polemiche della Lega stanno quindi a zero. Ora Salvini non può più dire io non c’entro nulla. La Lega ha depredato gli italiani e ora restituisca il maltolto. Caro Di Maio è solo una questione della Lega? Se stai zitto sei moralmente complice di questo scempio. Dove è finita onestà, onestà?”. Lo dice Franco Vazio, deputato Pd, vicepresidente commissione Giustizia della Camera.

LEGA. RENZI: SALVINI NON RISPETTA SENTENZE E 5 STELLE ZITTI

“Ufficiale: la #LegaLadrona ha fatto sparire 49 milioni. Salvini dice: ‘mi spiace, non li ho più, ma tanto gli italiani sono con noi’. Ma come? Qui si parla di SENTENZE, non di sondaggi. Un Ministro non rispetta una sentenza? E i cinque stelle? Tutti zitti per tenersi la poltrona?”. Lo scrive su twitter Matteo Renzi.

6 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»