AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Renzi colpisce duro sui migranti: “Non c’è Pd contro destra, ma uomini contro bestie”

ROMA –  Di fronte alle immagini dei bambini profughi, “non c’è il Pd contro la destra ma gli uomini contro le bestie. In Germania la Merkel apre le porte contro il massacro e noi dobbiamo continuare a strumentalizzare nei talk show”. Matteo Renzi, nel suo intervento di chiusura alla festa dell’Unità di Milano, ha colpito duro sulla questione migranti: “Se il modello di alcuni e’ l’Ungheria di Orban, noi siamo orgogliosamente un’altra cosa- ha gridato per tre volte- ma non ci rendiamo conto che dobbiamo tornare ad essere essere umani prima che appartenenti a un partito?”. E poi ha rivendicato la coerenza della posizione italiana: “Lo ha detto bene il presidente di Malta: ‘Saremo tra i pochi al consiglio europeo che non dovranno fare la fatica di cambiare posizione’. Ma non ci basta- ha poi detto Renzi- ci interessa vincere la sfida culturale”. “E’ giusto vedere le foto di Alyan? Metti la foto Aylan e del suo fratellino”. Renzi fa vedere la foto che ha fatto tanto discutere in questi giorni. “Questi due bambini- aggiunge- sono il simbolo di migliaia di bambini. come quelle immagini nella stiva. C’e’ un livello di umanita’ sotto il quale non bisognerebbe scendere“.

M. Renzi

M. Renzi

MILANO E L’EXPO – “Milano ha vinto l’Expo al secondo giorno dell’Esposizione universale” per come ha reagito agli scontri durante la manifestazione del 1 maggio.  “Nel giro di 48 ore- aggiunge- è partita una reazione straordinaria da parte di questi ragazzi che hanno le magliette gialle e hanno chiamato tutti i milanesi per ripulire la città e lo hanno fatto senza mettere il simbolo del Pd. Quel giorno ho capito che voi avevate vinto la sfida dell’Expo e Milano aveva vinto la sfida dell’Expo il secondo giorno dell’evento”.

ITALIA NON SARÀ PIU’ ULTIMA PER COOPERAZIONE INTERNAZIONALE – “All’ultimo G7 in Germania l’Italia era l’ultima dei Paesi del G7. Voglio prendere un impegno con voi grazie anche al lavoro dei parlamentari e delle parlamentari e che meritano un applauso e un abbraccio. Grazie al loro lavoro, da qui al prossimo G7 noi non possiamo essere l’ultima ruota del carro a livello internazionale. L’Italia puo’ essere punto di riferimento per i valori che porta fuori dai propri confini”.

“Mai piu’ ultimi in classifica- aggiunge Renzi- nella cooperazione internazionale, anche questo è Expo”.

06 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988