AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Camion bar, dalla commissione commercio una proposta: nuove soste lungo i percorsi giubilari

camion-barROMA – Collocare le nuove postazione dei camion bar lungo i percorsi pedonali proposti per il Giubileo, sempre nel rispetto delle norme vigenti e quindi nelle aree al di fuori del centro storico. Questa è la proposta avanzata oggi dal presidente della Commissione Commercio capitolina, Orlando Corsetti, durante un incontro a cui hanno partecipato anche l’assessore alla Roma produttiva, Marta Leonori, l’ex sindaco, Gianni Alemanno, e i rappresentanti di categoria degli ambulanti. A seguito delle difficoltà di commercio nei nuovi stalli che lamentano gli ambulanti, allontanati da Colosseo e Tridente con l’entrata in vigore di un provvedimento il 10 luglio scorso, la Commissione Commercio provvederà a “proporre una mozione con la quale si chiede al sindaco Marino e agli assessori competenti, Pucci e Leonori, di valutare il posizionamento dei camion bar, che sono stati tirati fuori dal quadrante, nel rispetto delle norme vigenti, lungo i percorsi pedonali pensati per il Giubileo”, ha spiegato Corsetti.

Secondo Corsetti, questo potrebbe significare “trovare delle postazioni equivalenti”, ovvero rispondere alle richieste degli operatori che proprio su questo punto da settimane danno battaglia, definendo i nuovi stalli, attualmente assegnati dal Comune, ‘a incasso zero‘.

Secondo Corsetti questa sarebbe una risposta perché “l’intervento per il giubileo è strutturale, a partire dai 4 percorsi che i pellegrini transiteranno a piedi verso luoghi di culto. Non sono percorsi temporanei, assumeranno valore nel tempo. Continuando a mantenere la tutela nel quadrante indicato dal tavolo tecnico del decoro, è possibile studiare i quattro percorsi e valutare se è possibile spostare, anche temporaneamente, i camion bar su quei tracciati”.

Non sono d’accordo, però, i rappresentanti degli ambulanti. “La proposta di mettere delle postazioni sui percorsi pedonali pensati per il Giubileo noi non la condividiamo”, ha dichiarato il presidente della Apre Confesercenti e storico leader dei camion bar romano, Alfiero Tredicine. Questo perché “i percorsi pedonali sono solo luoghi di smistamento di pullman, dove la gente scende di corsa, va a prendere il bus e va via. Quindi le nuove proposte sono fallimentari”, ha concluso.

Nessun commento sulla proposta dall’assessore Leonori, che però parla più in generale della necessità di “fare una pianificazione, a Roma, del commercio su area pubblica, come abbiamo fatto in passato per i cartelloni pubblicitari”. Ciò non significa in alcun modo aprire alla possibilità per gli ambulanti di rientrare nel quadrante centrale della città. L’indicazione dell’assessore, piuttosto, è sul tipo di commercio che le bancarelle potrebbero svolgere nelle nuove aree assegnate. “non si è pensato di ricollocare le postazioni in maniera che queste rimangano le stesse rispetto alle merci che vengono vendute, bisogna invece che gli operatori facciano uno sforzo per capire che cosa chiede l’utenza- ha spiegato Leonori- Ci sono attività che lavorano da anni in zone non centrali e si sostengono. Forse non basta vendere Ritz e Fanta, perché quando si parla di street food nelle altre città, per esempio, non si parla di questo”.

Di Camilla Pischiutta

06 agosto 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram