AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Il caso della bambina scomparsa, torna il grande thriller scandinavo

ROMA – Il caso della bambina scomparsa. Nuovo romanzo per Unni Lindell, una delle più celebri scrittrici norvegesi. Un’autrice che ha venduto 4 milioni di copie riscuotendo successo internazionale grazie ai suoi thriller avvincenti e ricchi di suspance. Con lei tornano, in questo nuovo avvincente thriller, l’ispettore Cato Isaksen e la sua giovane collega Marian Dahle. Il romanzo, dal “sapore” tipicamente scandinavo, arriva in libreria per Nuova Narrativa Newton.

Il caso della bambina scomparsa, il romanzo

La piccola Thona è scomparsa all’età di sei anni e non è mai stata ritrovata. L’ispettrice di polizia Marian Dahle,

Nuova Narrativa Newton
Traduzione: Lisa Raspanti
Pagine: 448
Prezzo: 9,90
e-book: 2,99c

dopo un periodo di pausa in seguito a un terribile incidente, è ora tornata in servizio e Cato Isaksen le ha chiesto di riaprire l’inchiesta su quel caso mai risolto. Mentre la giovane ispettrice scava nel passato e cerca di trovare nuovi indizi, la polizia di Oslo ritrova i corpi di alcuni uomini rapiti e poi brutalmente torturati. All’apparenza le due indagini sembrano non essere collegate, ma pian piano emerge un quadro inquietante, in cui la stessa Marian è direttamente coinvolta. Gli assassini perseguitano anche lei e vogliono a tutti i costi impedirle di scoprire la verità. Per questo hanno deciso di farle visita proprio a casa.

Il caso della bambina scomparsa, l’autrice

Unni Lindell è nata nel 1957, è tra le più celebri scrittrici norvegesi. Ha riscosso un grande successo internazionale soprattutto con i suoi thriller, da cui è stata tratta anche una serie televisiva. La Newton Compton ha pubblicato La trappola, il primo libro che vede protagonisti l’ispettore Cato Isaksen e la sua giovane collega Marian Dahle, L’ultima casa a sinistra, Dolce come la morte, Il caso della donna sepolta nel bosco, La terza vittima e Il caso della bambina scomparsa. Per maggiori informazioni, visitate il sito: unnilindell.no.

06 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram