Alfano: "Non mi dimetto. Non ci sarà un caso Lupi due" - DIRE.it

Politica

Alfano: “Non mi dimetto. Non ci sarà un caso Lupi due”

Angelino Alfano (2)

ROMA – Angelino Alfano arriva alla Camera per rispondere al question time, ma non risponde ai giornalisti. “Non dichiaro“, dice seccamente lasciando l’aula di Montecitorio. Il ministro si ferma a parlare a lungo, però, con molti deputati di Ncd-Ap che vanno a portargli la solidarietà personale per gli attacchi politici successivi alle rivelazioni legate all’inchiesta di Roma. A quanto viene riferito, il ministro ha escluso in maniera categorica di pensare alle dimissioni, come chiedono invece Sinistra Italiana e il Movimento Cinque Stelle.

Non ci sarà un caso ‘Lupi due‘, non è possibile che si determinino le dimissioni di un ministro importante come il titolare dell’Interno, in forza di una speculazione mediatica e successivamente politica. Come nel caso dell’ex ministro Lupi, non c’è alcun rilievo giudiziario che coinvolga la persona di Alfano. E lui, giustamente, non ha nessuna intenzione di dimettersi”, spiega un deputato dopo aver parlato con il ministro. E aggiunge: “Anche perchè è chiaro che qui non stiamo parlando del destino personale di Angelino Alfano, ma della tenuta complessiva del governo. E a un uomo delle istituzioni è richiesto di farsi carico di una responsabilità istituzionale più vasta. Chiediamoci cosa significherebbe per l’Italia rinunciare in questo momento al ministro dell’interno. A un ministro- peraltro- che ha ottenuto notevoli risultati nella lotta al crimine organizzato e su tutti i fronti della sicurezza interna”.

di Alfonso Raimo, giornalista professionista

LEGGI ANCHE:

6 luglio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»