Grecia. Vince il ‘no’, ma per i bookmaker resta in Eurozona

ROMA – Con oltre il 61% dei voti, il fronte del ‘no’ vince il referendum in Grecia: gli elettori hanno deciso di rifiutare l’accordo proposto dai creditori internazionali, mentre il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis si è dimesso.

grecia

“Abbiamo dimostrato che la democrazia non può essere ricattata. Il ’no’ non è una rottura con l’Unione Europea. I greci hanno fatto una scelta coraggiosa, che cambierà il dibattito in Europa”, ha detto il premier Alexis Tsipras. La vittoria del ‘no’, secondo alcune banche d’affari, sarebbe un passo verso l’uscita dalla zona euro: uno scenario a cui non credono i bookmaker, con la sigla Paddy Power che, come si legge su Agipronews, scommette sulla permanenza della Grecia nell’Eurozona nel 2015 (a 1,40), mentre per l’uscita la quota sale a 2,75.

6 Luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»