Governo, Tria: “Più crescita con investimenti in deficit”

ROMA – “Un vasto programma di investimenti pubblici infrastrutturali potrebbe essere attuato e finanziato in deficit senza creare un problema di sostenibilità dei debiti pubblici attraverso un finanziamento monetario palesemente condizionato a livello europeo”. E’ quanto si legge in un articolo su Formiche.net firmato dal ministro dell’Economia Giovanni Tria e da Pasquale Lucio Scandizzo.

“Condizionato in quanto temporaneo e soggetto a solidi comportamenti fiscali da parte degli Stati membri dell’eurozona volti a perseguire la riduzione del debito”, spiegano i due economisti.

“Questo obiettivo sarà più facilmente raggiunto grazie all’aumento del pil nominale, che è lo scopo specifico del programma. Molti dettagli tecnici del programma, e le sue esigenze condizionali, possono essere progettati in modo adeguato con il concorso degli altri governi e delle istituzioni europee”, sottolineano.

6 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»