‘Divo Nerone’ al Palatino, sarà imperatore pop GUARDA LE FOTO

ROMA – I 14 anni che sconvolsero Roma, dal 54 al 68 dopo Cristo, raccontati in note e parole su un palco nel cuore del Palatino.

La storia dell’imperatore Nerone condensati in 2 ore di un musical studiato e concepito per diventare un nuovo classico moderno, che dopo Roma è destinato a girare nei teatri di tutto il mondo.

Ventisei tra ballerini e acrobati, 13 cantanti e attori ed oltre 100 professionisti dietro le quinte. Questi i numeri di “Divo Nerone – Opera rock”, il musical presentato quest’oggi alla presenza degli attori proprio sul palcoscenico che resterà a Roma fino al 10 dicembre.

Foto di Stefano Costa

Lo spettacolo vanta nomi eccezionali: per le musiche ecco il due volte vincitore del Grammy awards Franco Migliacci con la collaborazione del premio Oscar Luis Bacalov, alle scenografie i 3 volte premi Oscar, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, ai costumi il premio Oscar Gabriella Pascucci. La regia è stata affidata a Gino Landi. Nerone è Giorgio Adamo, Agrippina è Rosalia Misseri mentre Locusta è Simona Patitucci.

Questa sera andrà in scena l’anteprima ad inviti mentre la prima è prevista per domani.

Mistero sui dati delle prevendite.

MUSICAL IN DUE LINGUE

Il produttore Jacopo Capanna ha parlato di “numeri in forte crescita” aggiungendo di essere “abbastanza soddisfatti. Le vendite vere partiranno da oggi e i numeri stanno salendo a dismisura su Ticketone. Ma ci aspettiamo molto anche dalla vendita al dettaglio con il botteghino aperto tutti i giorni sulla via Sacra”. Per l’altro produttore Cristian Caselli “le vendite internazionali stanno andando molto bene. Abbiamo un overbooking molto ampio che difficilmente si vedrà sulle piattaforme on line. Ma basterà venire alle serate per verificare quanta gente ci sarà”.

Lo spettacolo, a detta dello stesso Capanna è destinato a diventare anche un fiction televisiva (trattative in corso con la Rai per i diritti mondiali). “Questa sfida mi fa sentire molto vivo- ha confessato l’attore che darà volto e voce a Nerone, Giorgio Adamo- è un personaggio che pesa sulle spalle anche se sarà un Nerone molto moderno con una personalità pop rock che ha un sogno iniziale: un progetto di vita totalmente diverso da quello a cui è stato predestinato. Nerone voleva essere un artista ma diventerà un imperatore. Con me rivivrà gli anni dell’adolescenza con il suo sogno di arte e pace, gli anni del peso dello scettro e poi quelli della deformazione del potere con un Nerone bipolare. Oggi mi sono svegliato con un po’ di magone ma sono pronto a rockeggiare su questo palco”.

“Divo Nerone” sarà recitato in due lingue. Cinque repliche a settimana saranno in inglese ed una in italiano, quella del sabato.

6 Giu 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»