Lazio

I candidati nei Municipi ‘disperdono’ centomila voti di Virginia Raggi

giachetti3

ROMA – Municipi di Roma in controtendenza rispetto al voto cittadino, sia per il centrosinistra che per il M5S.

Tutti i candidati del Pd, infatti, nel proprio Municipio hanno preso più voti rispetto a quelli del candidato a sindaco Roberto Giachetti.

Al contrario, e in maniera più vistosa rispetto agli avversari, gli aspiranti minisindaci grillini prendono molto meno di Virginia Raggi.

raggi

Una differenza che potrebbe contare in vista del ballottaggio. Nel complesso il fenomeno ha questi numeri: tolto il Municipio X (Ostia), dove si è votato solo per i candidati a sindaco, Virginia Raggi ha preso in tutto 411.268 voti rispetto ai 316.924 ottenuti in totale dai 14 aspiranti minisindaci pentastellati, per una differenza di 94.344 preferenze. Fenomeno più contenuto, ma inverso, per quanto riguarda il centrosinistra. Giachetti in totale, sempre tolto il X Municipio, prende 301.467 preferenze contro le 325.972 dei candidati alle presidenze dei territori con una ‘dispersione’ pari a 24.505 voti.

Nel dettaglio: nel I Municipio Virginia Raggi prende 18.305 voti (24.97%) mentre la candidata pentastellata alla presidenza, Maria Campanini, si ferma a 13.738 (20.19%). Viceversa nel Pd Giachetti arriva a 25.132 voti (34.28%), mentre Sabrina Alfonsi va a quota 26.327 (38.69%). Il distacco è molto evidente in VII Municipio (Appio-Tuscolano), dove Valeria Vitrotti del Pd ottiene 42.417 voti (30.10%) contro i 37.013 del candidato a sindaco. Tutto capovolto nel M5S: se la Raggi supera quota 53mila, la grillina che aspira alla presidenza, Monica Cozzi, arriva a 41.237. Numeri discordanti anche in V: il grillino Boccuzzi ottiene 31.532 voti, ma la Raggi vola a 40.878 voti. Mentre Alessandro Rosi con 26.394 preferenze stacca Giachetti con 24.455. E così anche in VI: Romanella del M5S si ferma a 33.366 voti, mentre la candidata a sindaco è a 41.899. Dario Nanni del Pd con 19.470 stacca Roberto Giachetti, arrivato a 17.579.

Così anche in XI: Maurizio Veloccia prende 21.124 preferenze rispetto alle 16.895 di Giachetti, mentre Mario Torelli del M5S è 20.285 contro i 26mila della candidata pentastellata. Identico nel XII: Cristina Maltese del Pd è avanti con 21.281 voti (33.91%), mentre Giachetti è a 20.307. E se la Raggi raccoglie 21.484 preferenze, Silvia Crescimanno si ferma a 17.937. Anche in XIII la grillina Giuseppina Castagnetta non va oltre le 13.872 preferenze, mentre la Raggi è a quasi 20mila voti; finisce quasi in parità tra Massimiliano Pasqualini (14.375) e Roberto Giachetti (14.193). Più evidente la dispersione di voti nel M5S in XIV Municipio: se Alfredo Campagna si ferma a 22.970 preferenze, Raggi ne ha 8.000 in più a quota 30.935. Giachetti con 20.065 resta distante da Valerio Barletta (23.575). In II Municipio Fabio Fois ottiene 14.316 preferenze contro le 18.338 della Raggi, mentre Francesca Del Bello raggiunge i 25.549 voti contro i 25.402 del candidato a sindaco.

6 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»