Forlì, il sindaco Drei spiazza tutti: Giunta azzerata

drei3FORLI’ – Spiazza tutti il sindaco di Forlì, Davide Drei. E dopo avere convocato d’urgenza questo pomeriggio la stampa in municipio, invece di annunciare un possibile rimpasto di giunta, spiega di avere optato per il ritiro di tutte le deleghe agli otto assessori. Una “scelta forte”, commenta il diretto interessato, che però non è “contro la giunta” o qualche suo membro. Anche se la bomba deflagra a pochi giorni dal ritiro della delega al Verde al vicesindaco Veronica Zanetti in seguito all’esposto in procura presentato da tre consiglieri di maggioranza. L’obiettivo, spiega il primo cittadino, è creare nuove condizioni per il governo della città“. Fin qui, si toglie qualche sassolino, “ci sono state troppe fibrillazioni e tentennamenti“, per cui occorreva trovare un modo per “rimettere in fila le modalità per amministrare” Forlì. Drei ci ha pensato e a sorpresa opta per l’azzeramento della giunta, che ora deve recuperare “piena autorevolezza”. Il sindaco manda un preciso messaggio anche a maggioranza e Partito democratico a essere “sulla stessa linea per un governo efficiente”. D’altronde, chiosa, come dimostrano i risultati elettorali di ieri, “il Pd funziona bene laddove recupera situazioni di crisi e crea alleanze corrette per uno spirito locale di solidarietà con gli organi amministrativi”. Insomma, con uno slogan, “il sindaco va reso forte”.

drei_forlìDrei mira dunque a un rilancio della sua azione, cosciente che ci sono “cose importanti da portare a casa nei prossimi tre anni di mandato”, a partire dal riordino istituzionale e dalla società in house per la gestione dei rifiuti. Da qui la necessità di “riassettare il rapporto tra sindaco, giunta e maggioranza”. E se è uno “choc”, servirà a “riprendere le linee di governo”. Drei si sta confrontando con i diretti interessati e con i partiti di maggioranza e conta i potare al più presto la nuova giunta in aula per la fiducia da parte del consiglio generale. Gli assessorati dovrebbero essere confermati nel numero, ma su possibili conferme e new entry il primo cittadino non si sbilancia. “Voglio amministrare e amministrare bene, con poco spazio per i tentennamenti e le questioni di poco calibro”, ma ribadisce “non c’è nulla contro la giunta uscente”, se non un po’ di “logoramento” e di “scarsa incisività” nell’attività amministrativa negli ultimi tempi. Drei avrebbe preso anche prima la decisione, ma ha deciso di aspettare le elezioni per non interferire sulla tornata elettorale, in particolare per quanto riguarda il Comune di Bertinoro. A urne chiuse e a Antonio Gabriele Fratto eletto, a cui il sindaco e presidente della Provincia fa i complimenti, l’annuncio choc.

di Cristiano Somaschini, giornalista professionista

6 Giu 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»