Turchia, chiude ‘Zaman’: da voce opposizione a foglio regime

giornali

ROMA – Chiude ‘Zaman’, quello che è stato il più diffuso quotidiano dell’opposizione islamista al presidente Recep Tayyip Erdogan. La decisione è stata annunciata dagli amministratori giudiziari del gruppo editoriale che lo controlla, due mesi dopo il commissariamento del marzo scorso.

L’intervento della magistratura aveva di fatto trasformato il giornale da organo di informazione battagliero in foglio filo-governativo. In parallelo si era registrato un crollo delle vendite: da mezzo milione a poco più di 2.000 copie. Le pubblicazioni cesseranno il 15 maggio. L’annuncio è giunto all’indomani delle dimissioni del primo ministro Ahmet Davutoglu, dovute ai contrasti con Erdogan.

6 Maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»