Polonia, conferenza cattolici-ebrei sulle migrazioni - DIRE.it

Vaticano

Polonia, conferenza cattolici-ebrei sulle migrazioni

Stanislaw_Gadecki

ROMA – “L’approccio biblico nei confronti dei profughi sembra essere piu’ ‘elastico’ della legge positiva di oggi”: e’ quanto ha osservato monsignor Stanislaw Gadecki, presidente dei vescovi polacchi, inaugurando ieri a Varsavia la conferenza dedicata al fenomeno delle migrazioni e organizzata dal Pontificio consiglio per la promozione dell’unita’ dei cristiani insieme alla Commissione per le relazioni religiose con gli ebrei, e dal Comitato ebraico internazionale per le consultazioni interreligiose. ”Diverso’ nella tradizione ebraica e cattolica: i profughi nel mondo d’oggi’ e’ il titolo dell’incontro il cui obiettivo, come ha affermato il cardinale Kurt Koch, e’ “di rafforzare i vincolo d’amicizia tra ebrei e cattolici”. Nel corso della conferenza – come riporta la stampa cattolica – l’ambasciatore dello Stato d’Israele in Polonia, Anna Azari, ha sottolineato che “le relazioni con la Chiesa cattolica polacca sono una grande festa”, aggiungendo che gli ebrei “hanno molti amici tra i cattolici in Polonia”. Anche il rabbino capo di Polonia, Michael Schudrich, ha rilevato l’importanza dei legami tra ebrei e cattolici polacchi evidenziando che nell’ambito delle relazioni interreligiose “i sacerdoti e i cattolici polacchi possono essere d’esempio per il mondo”. Al termine della conferenza, domani 7 aprile, e’ prevista la pubblicazione di un comunicato congiunto.

6 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»