AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sicilia

In Sicilia la disoccupazione femminile tocca quota 24,9%

disoccupazione femminile siciliaAnche quest’anno l’8 marzo si presenta con una situazione problematica per quanto riguarda le donne e il lavoro. In Sicilia la disoccupazione femminile si attesta al 24,9% (4,5% in piu’ rispetto a quella maschile); proseguono le disuguaglianze per quanto riguarda le retribuzioni e i percorsi di carriera.

I dati sono stati diffusi dalla Cgil Sicilia, che chiede al governo regionale di “istituire un tavolo di genere per affrontare tutti i problemi che riguardano il genere femminile: lavoro, procreazione, violenza di genere, istruzione, medicina di genere”.
In una nota la Cgil regionale rileva che “le difficolta’ generali e la carenza di servizi hanno portato a una marcata denatalita’ (-5147 nascite nell’ultimo anno)”. “Sconfortanti” vengono poi definiti i dati sullo stato di salute delle donne: quelli sofferenti superano del 10% gli uomini e alla maggiore longevita’ fa da contraltare uno stato diffuso di deprivazione; la depressione femminile e’ doppia in tutte le fasce d’eta’ rispetto a quella maschile”.

Per la Cgil, “dare un senso a questo 8 marzo e’ avviare un’attenta analisi dei problemi sul tappeto, rendere concreta in tutti gli ambiti, a partire dai fondi europei, la lettura di genere e intervenire insediando subito un tavolo apposito. Il benessere delle donne – sostiene la Cgil Sicilia – riguarda tutti
e tutti devono contribuire al superamento dei problemi”. In tutte le citta’ sono intanto in programma per l’8 marzo, ma anche nei giorni precedenti e seguenti, iniziative che mettono al centro le tematiche di genere.

06 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988