'Ultimo tango a Parigi', interviene Bertolucci: "Maria sapeva tutto, tranne del burro" - DIRE.it

‘Ultimo tango a Parigi’, interviene Bertolucci: “Maria sapeva tutto, tranne del burro”

ROMA  – Dopo 44 anni ‘Ultimo tango a Parigi’ continua a far discutere. E’ tornata in auge la polemica sollevata dall’intervista rilasciata dal regista Bernardo Bertolucci nel 2013 in merito alla celeberrima scena del burro girata da Maria Schneider insieme a Marlon Brando. Una scena di sodomia. Bertolucci aveva dichiarato che la protagonista non era stata informata di quanto sarebbe accaduto sul set. Di qui le accuse di violenza e stupro, divampate nuovamente in questi giorni sui social. Ma ora il regista fa delle precisazioni importanti. Schneider, a quanto dichiara il regista, sapeva perfettamente di che tipo di scena si trattasse. Era ignara solo dell'”uso improprio” del burro.

“Vorrei, per l’ultima volta, chiarire un ridicolo equivoco che continua a riportare Ultimo Tango a Parigi sui giornali di tutto il mondo- scrive Bertolucci in una nota affidata alla stampa-. Qualche anno fa, alla Cinematèque Française, qualcuno mi ha chiesto dettagli sulla famosa “scena del burro”. Io ho precisato, ma forse non sono stato chiaro, di avere deciso insieme a Marlon Brando, di non informare Maria che avremmo usato del burro. Volevamo la sua reazione spontanea a quell’uso improprio. L’equivoco nasce qui. Qualcuno ha pensato, e pensa, che Maria non fosse stata informata della violenza su di lei. Falso! Maria sapeva tutto perché aveva letto la sceneggiatura, dove era tutto descritto. L’unica novità era l’idea del burro. È quello che, come ho saputo molti anni dopo, offese Maria, non la violenza che subisce nella scena e che era prevista nella sceneggiatura del film. È consolante e desolante che qualcuno sia ancora così naïf da credere che al cinema accada per davvero quello che si vede sullo schermo. Quelli che non sanno che al cinema il sesso viene (quasi) sempre simulato, probabilmente, ogni volta che John Wayne spara a un suo nemico, credono che quello muoia per davvero”.

5 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»