Rassegna stampa di Lunedì 5 Dicembre 2016 - DIRE.it

Rassegna stampa di Lunedì 5 Dicembre 2016

A cura di Monica Macchioni

Repubblica, prima. MARIO CALABRESI. Il rischio del salto nel buio.

 

Repubblica,prima. Fine vita senza dolore. La Asl deve garantirlo

 

Repubblica,prima. Le lacrime di Matteo: mi hanno mandato a casa

 

Repubblica,p4. TOMMASO CIRIACO. Il dopo Renzi. Padoan in pole, ipotesi Grasso. Le carte in mano a Mattarella

 

Repubblica,p7. Parte l’operazione Di Maio candidato scontro sulle regole. Primarie libere

 

Repubblica,p8. Speranza: lavorero’ da subito per cambiare il partito. Meno male che in questa vittoria c’e’ un pezzo del centrosinistra

 

Repubblica,p9. Intervista a MATTEO CACCIARI. Il premier si e’ mosso con istinti suicidi, ora un altro governo. Invocare il voto e’ demagogia,prima bisogna fare la legge elettorale cercando il consenso delle opposizioni. In Italia come in altri paesi occudentali,la gente non ne puo’ piu’ di una classe dirigente che non risolve i problemi

 

Repubblica,p10. Il centrodestra. Torna Berlusconi: sono pronto a un governo di larghe intese. Ma Salvini non ci sta: bisogna andare subito al voto

 

Repubblica,p10. Intervista a RENATO BRUNETTA. Che batosta, adesso nessuno pensi al Matteo bis. Cambiamo insieme la legge elettorale. Si chiude un incubo iniziato nel 2011, quando venne fatto cadere Silvio

 

Repubblica,p11. LIANA MILELLA. La legge elettorale. Ora salta anche l’Italicum. Si fa strada il proporzionale. Prende corpo l’ipotesi di un premio fisso di soli trenta deputati

 

Repubblica,p12. Intervista all’economista LUCREZIA REICHLIN. Nervi saldi, ora l’esecutivo deve intervenire sul credito.

 

 

Il Fatto,prima. ANTONIO PADELLARO. Voleva tutto, ha perso tutto. MARCO TRAVAGLIO. Ha rivinto la Repubblica

 

Il Fatto,p4. FABRIZIO d’ESPOSITO. Max ride sopra i baffi e s’intesta il No di sinistra. La notte elettorale al Comitato di Massima D’Alema, uomo totus politico: non si va al voto

 

Il Fatto,p5. Intervista ad ALFIERO GRANDI: la Costituzione ha resistito, ma Renzi ci ha dato una mano. Questa vittoria non e’ la fine del nostro impegno a difesa della Carta, continuiamo a vigilare

 

Il Fatto,p5. ANTONELLO CAPORALE. La ministra, Denis e gli altri volti al macero. I fedelissimi soldati di Matteo: trilogia dei Costituenti caduti

 

Libero,p2. Delrio brogli: il giallo delle matite cancellabili. Trovati assegni tra le schede dei voti all’estero

 

Libero,p3. Il premier si presenta al seggio senza documenti. Polemica sul voto del presidente del consiglio

 

Libero,p3. FAUSTO CARIOTI. Alle urne nel 2017. Matteo si dimette. E il Colle non sa cosa fare. Il leader Pd le valigie Mattarella preoccupato per la Finanziaria, deve trovare un governo per rifare la legge elettorale

 

Libero,p4. Cavaliere immortale, e’ la sua vittoria. E detta le condizioni al Pd sconfitto.

 

Libero,p6. La Meloni brinda: battuti i poteri forti

 

Libero,p10. Intervista a PAOLA TOMMASI, l’economista bocconiana nel team americano del nuovo presidente Usa. Ero nella squadra di Trump. Ho rubato i segreti della vittoria. Ascolta i cittadini, sceglie le musiche giusto e abbassa le tasse alle imprese. Montecitorio e’ meglio della Casa Bianca, voglio importare le idee migliori. Una esperienza forte. Volevo capire come funziona la campagna elettorale americana, studiare le differenze con l’Italia. Futuro in politica. Candidarmi? Ma se non c’e’ ancora la data delle elezioni. Tornero’ da Donald presto, per trarre spunti da esportare in Italia

 

Libero,p11. Donald fa sul serio: piu’ tasse a chi lascia gli Usa

 

Libero,p12. Intervista al marchese GIUSEPPE FERRAJOLI. Le mie finestre su Palazzo Chigi. Quanti altarini hanno i politici. Tra me, mio padre e mio nonno abbiamo visto passare oltre 50 governi. Conosco vizi e virtu’ di tutti. A Roma la nobilta’ non appoggia la Raggi.

 

Libero,p27. Intervista a LUCIO PRESTA: decido chi fara’ fortuna in tv. E mi prendo pure le sue colpe. Scelgo i clienti per il potenziale, io ho le idee ma serve sempre il talento. L’agente e’ fondamentale, l’artista non ha tempo per risolvere i problemi

 

LaVerita’,prima. MARIO GIORDANO. EI FU. La porti un bacione a Firenze. Il No trionfa con un distacco schiacciante. Il premier incassa una sconfitta irreparabile e annuncia che oggi si rechera’ al Quirinale per rimettere il mandato. L’Italia ha dato lo sfratto a Renzi. Ora la palla passa a Mattarella. L’alta affluenza rende lo schiaffo ancora piu’ forte: il Rottamatore costretto ad andare a casa. Un bel momento di democrazia. Dall’incarico a Padoan alle larghe intese, ecco cosa puo’ accadere

 

LaVerita’,prima. MAURIZIO BELPIETRO. Mai piu’ occupazione selvaggia del potere

 

LaVerita’,p4. LUCA TELESE. Il Si condannato da quattr peccati capitali. Lo sbaglio piu’ grande di Renzi e’ stato personalizzare il voto. Poi la maschera anti Casta tolta dallo scandalo Etruria, il boomerang del “nuovo” che ha acceso la nostalgia per il vecchio e soprattutto aver dato per morta l’altra meta’ l’Italia. Che l’ha sconfitto

 

LaVerita’,p5. Oggi ho perso io. La poltrona che salta stavolta e’ la mia. Il premier sull’orlo delle lacrime annuncia l’addio. Ha vinto la democrazia ma c’e’ tanta rabbia, delusione e amarezza

 

LaVerita’,p6. L’accozzaglia batte Matteo. Basta arroganza al potere. Salvini, Berlusconi, D’Alema e Grillo vincono contro la riforma pasticciata della Carta. Tra chi si e’ speso anche la Ferilli, Amedeo D’Aosta, Camilleri, Landini, Di Pietro e Freccero.

 

LaVerita’,p7. Tutti i cortigiani del premier e delle Borse. Dalla ministra Boschi, che ha molestato gli elettori, a Benigni che ora vuole demolire la Costituzione piu’ bella del mondo. Ecco i passdaran della riforma, pronti a piegarsi ai voleri del gotha mondiale della finanza e degli euroburocrati di Bruxelles

 

LaVerita’,p8. Europa e islam dietro la sconfitta di Hofer.

 

LaVerita’,p13. L’ape costa 4 miliardi. E non da’ flessibilita’. L’aumento dell’occupazione tra gli over 50 e’ solo un effetto ottico dell’invecchiamento demografico e non vale nuovi posti di lavoro. Dunque, l’uscita anticipata dal mercato pesera’ sulle casse dello Stato senza creare ingressi stabili per i giovani

 

Stampa,prima. MAURIZIO MOLINARI. La spallata del popolo della rivolta.

 

Stampa,prima. L’Austria diventa verde, destra battuta

 

Stampa,p3. Il rompicapo di Mattarella. Nessun esecutivo senza il Pd.

 

Stampa,p11. Intervista a GOTOR: la cosa piu’ grave e’ che ha diviso il Paese. Ma adesso va ritrovata l’unita’ del partito. Dobbiamo evitare a ogni costo le faide interne. Penso che le dimissioni siano un errore. La Costituzione e’ una cosa, il governo una altra. Ci sono stati eccessi da tutte le parti ma e’ chi guida la carrozza che deve tenereil cavallo

 

Stampa,p19. Trump minaccia le aziende Usa: puniro’ quelle che vanno all’estero

 

Stampa,p19. Intervista all’ex capo della Cia. Petraeus: sono pronto a guidare la diplomazia.

 

Corriere,prima. L’onda del No, Renzi lascia. I contrari alla riforma nettamente avanti con oltre il 59%, l’affluenza sfiora il 70%

 

Corsera,prima. MASSIMO FRANCO. La responsabilita’ che ora serve.

 

Corsera,p4. Lo choc nella notte del Nazareno. E Boschi piange.

 

Corsera,p5. Le carte in mano all’arbitro Mattarella e la necessita’ di ricucire

 

Corsera,p7. Intervista a CUPERLO: un KO severo. Mediare sull’Italicum mi e’ costato fatica. Io leale,non sconfitto.

 

Corsera,p7. I bersaniani: niente scissioni. Ma puntano al congresso. Rosato duro: non si ricuce piu”

 

Corsera,p10. Berlusconi: Matteo? Per lui e’ game over. Lo stop degli azzurri all’appoggio esterno

 

Corsera,p10. PAOLA DI CARO. L’ex premier si sente decisivo. Ho spostato il 5% dei voti. Non andremo al traino del Carroccio

 

Corsera,p11. TOMMASO LABATE. Si perde male. La premonizione di Verdini e i timori che ora il Pd strappi.

 

Corsera,p13. I Cinque Stelle sono spaccati ma scatta la tregua interna. La linea dei vertici: ora acceleriamo la scelta della leadership

 

Corsera,p14. Intervista a VIOLANTE: ora un atto di coerenza da Matteo. Eccesso di personalizzazione, sara’ confermato il congresso a inizio 2017 e li di vedra’. Un voto politico. E’ chiaro che si e’ trattato di un voto politico, come dimostra anche l’alta affluenza

 

Corsera,p17. Intervista a SCHIEDER, leader socialdemocratico: Le Pen e Farage, potete cancellare il volo per Vienne. Colpo per tutti i populisti del continente

 

Corsera,p23. I ragazzi di Robinu’, armati a 8 anni. Ma non e’ una fiction. Napoli, Santoro racconta la guerra tra bande

 

Giornale,prima. ALESSANDRO SALLUSTI. Renzi va a casa. La rivincita di Berlusconi: ora legge elettorale insieme

 

Giornale,p2. Salvini e Meloni chiedono il voto: siamo l’alternativa di governo

 

Qn,prima. Il maro’ Latorre: mi pesa non poter fare una telefonata a Girone

 

Messaggero,prima. Vola il No, la spallata a Renzi

 

Messaggero,p9. Vendetta fredda di D’Alema: sono rispettoso di chi cade

 

IL TEMPO,prima. LUIGI BISIGNANI. Il partito di Renxit

 

IL TEMPO,p2. Gli italiani sfiduciano Renzi. Sconfitta la riforma costituzionale. Il 70% degli elettori si precipita alle urne e sancisce la debacle dell’ex rottamatore. Vota solo il 30% dei connazionali all’estero

 

IL TEMPO,p3. “Ci abbiamo provato. Il mio governo e’ finito”. Il premier lascia Palazzo Chigi e (forse) la segreteria Pd. Il fronte del No faccia una proposta sulla legge elettorale”

 

IL TEMPO,p4. La delusione al Nazareno: “l’affluenza unica vittoria”. Il vicesegretario GUERINI: una prova di democrazia

 

IL TEMPO,p4. E in alcuni Comuni si e’ votato anche su mercati e piani regolatori. A Moneglia, nel genovese, elettori consultati sulla scelta urbanistica. A Montecenisio, provincia di Torino, soltanto 29 aventi diritto

 

IL TEMPO,p5. Da rottamatori a rottamati. La parabola del Giglio Magico. Dopo 3 anni il renzismo entra in crisi sulla Costituzione. D’Alema esulta: il Pd adesso non e’ piu’ il partito di Renzi

 

IL TEMPO,p5. Al Sud pochi ai seggi. I viaggi nel Mezzogiorno non premiano Matteo. Affluenza di 8-10 punti in meno rispetto alla media nazionale. Maglia nera alla Calabria, seguita dalla Sicilia. Fanno poco meglio Puglia e Campania.

 

IL TEMPO,p6. Non siamo piu’ antipolitica. Al voto. Pronti per il governo.

 

IL TEMPO,p7. Esultano Meloni e Salvini: “ora ci sono solo le elezioni”. Possiamo battere Pd e M5S. Giorgia: onore al premier, ma no ad altri esecutivi calati dall’alto

 

IL TEMPO,p7. Codacons: sul Televideo pubblicita’ per il Si. La Rai: non e’ vero. Rampelli contro il Tg1. Diffusa una scheda esplicativa troppo sbilanciata per il ddl Boschi

 

IL TEMPO,p9. Mattarella vuole evitare il voto anticipato. Oggi le dimissioni del premier Renzi. Al Capo dello Stato l’onere di decidere. Governo-ponte e riforme elettorale la strada maestra per dare fiato ai partiti

 

IL TEMPO,p11. Anche gli sfollati “sfrattano” Renzi. Nelle zone terremotate i cittadini scelgono in massa il No al referendum. Fanno eccezione Accumuli e Camerino che votano a favore delle riforme

 

IL TEMPO,p12. Insulti e risse, la campagna della vergogna. Grillo ha paragonato il premier a una scrofa ferita e a un serial killer. DE LUCA contro i Cinquestelle: mezze pippe, miracolati divulgatori di idiozie.

 

IL TEMPO,p13. La psicosi delle matite “false” riaccende il fronte complottista. Il cantante Piero Pelu’ tra i primi a denunciare. Il Viminale smentisce. A Castelnuovo di Porto fuori per ore i rappresentanti del Comitato per il No

 

IL TEMPO,p14. Il ritorno del mostro di Lochness. NESSIE avvistato 3 volte dall’inizio dell’anno e immortalato dai fotografi. Due giornali britannici hanno pubblicato le immagini, giudicate “veritiere”.

 

IL TEMPO,p15. Finlandia, spara e uccide tre donne. Le vittime sono una politica e due giornaliste che uscivano da un ristorante. La polizia: bersagli scelti a caso. Il ragazzo arrestato si e’ chiuso nel silenzio.

 

IL TEMPO,p15. A Santiago DeCuba l’ultima saluto a Fidel Castro.

 

IL TEMPO,p16. Santa Maria in Via, niente soldi per salvare il crocifisso del ‘600. E’ appoggiato a un altare e sta per crollare. Chiusa anche la cappella

 

IL TEMPO,p17. Tragedia sfiorata nella caserma dei vigili. Crollano i controsoffitti negli spogliatoi della Polizia Locale di Ostia. Nessun ferito. I locali sono stati transennati. La Uil: denunciamo questa situazione da mesi

5 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»