Politica

Matteo Renzi annuncia le dimissioni: “L’esperienza del mio governo finisce qui”

matteo renziROMA – “Quando uno perde, non fa finta di nulla e se ne va fischiettando, aspettando che passi la nottata. Non siamo stati convincenti. Andiamo via senza rimorsi. Com’era evidente e scontato fin dal primo giorno l’esperienza del mio governo finisce qui“, aggiunge. Volevo cancellare le troppe poltrone, non ce l’ho fatta. E allora salta la mia”. Con queste parole Matteo Renzi ha annunciato le sue dimissioni dopo i risultati del referendum sulla riforma costituzionale, che ha visto il no trionfare.

“Domani pomeriggio riuniro’ il Consiglio dei ministri, poi saliro’ al Quirinale e consegnero’ le mie dimissioni”, ha spiegato il presidente del Consiglio.

Io ho perso. Nella politica italiana non perde mai nessuno. Io sono diverso ho perso e lo dico a voce alta, anche se con il nodo in gola- ha detto-. Non sono riuscito a portarvi alla vittoria”.

“Il no ha vinto in modo straordinariamente netto. Ai leader del fronte del no le mie congratulazioni- aveva esordito Matteo Renzi-. Volevamo vincere, non partecipare. Mi assumo tutte le responsabilita’ della sconfitta. Ho perso io, non voi. Il popolo italiano “in modo inequivocabile ha scelto in modo chiaro e netto. E’ stata una grande festa della democrazia”.

RINGRAZIA MOGLIE E FIGLI E SI COMMUOVE

 “Grazie ad Agnese per aver sopportato la fatica in questi mille giorni, e per come ha splendidamente rappresentato il paese. E grazie ai miei figli”. Ha fatto  una lunga pausa, nelle dichiarazioni alla stampa, il presidente del Consiglio Matteo Renzi, apparso commosso nel corso del commiato da palazzo Chigi.

LEGGI ANCHE

Il Referendum regione per regione GUARDA I VOTI

5 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»