Berlusconi: “M5s comunisti dilettanti, Salvini sottomesso”

MILANO – Silvio Berlusconi a Milano spiega che Forza Italia ha “dato il via libera alla Lega per un senso di responsabilita’ nazionale, perché se non ci fosse stato il via libera si sarebbe andati a elezioni e ci saremmo trovati in una situazione ancora piu’ deteriore di quella che ci ha lasciato il 4 marzo. Speravo- aggiunge- che la Lega si accorgesse di quanto fossero lontani i Cinque stelle dal pensiero liberale, con tutti i vizi del vecchio comunismo ma con in piu’ il dilettantismo e l’ignoranza e di come fosse impossibile mandare avanti un governo con loro”.

Il leader di Forza Italia aggiunge che oggi “Salvini addirittura esprime pareri positivi per Di Maio e per altri. Non vorrei gli fosse venuta l’idea di poter andare avanti per un po’ di tempo e poi presentarsi alla prossime elezioni con M5s, chiedendo a noi di dargli solo qualche candidato. Di aver cioe’ quasi sottomesso M5s. E’ vero semmai il contrario. Ma io non credo a quello che qualcuno di noi paventa”.

“OGGI GIORNATA DEL SORRISO, MA SITUAZIONE PAESE DA PIANGERE”

“Oggi e’ la giornata del sorriso… prendo atto. Mio padre diceva che dobbiamo tutti tenere il sole in tasca e saperlo donare agli altri con un soriso. Mi spiace che proprio oggi parliamo della situazione del paese che e’… da piangere”.

 

“REDDITO CITTADINANZA? CI VUOLE ALTRO PER FAR FINIRE POVERTÀ”

“Il reddito di cittadinanza e’ una barzelletta, una bufala, una presa in giro degli italiani. I miliardi sono 9, significa che un reddito di cittadinanza di 780 euro al mese in un’anno e poco piu’ di 9 mila euro”. Dunque “al massimo sara’” coinvolto “un milione di persone” quelle “che potranno usufruire di questo reddito. Ci vuole altro per far finire la poverta’”. Lo dice Silvio Berlusconi al convegno ‘Idee Italia’, organizzata dagli azzurri all’Hotel Gallia di Milano.

“QUA DI FLAT TAX NON C’È MINIMO SENTORE”

“Qua di flat tax non c’e’ nemmeno il minimo sentore”.

 “NESSUNA MISURA DI RIDUZIONE DELLE TASSE”

“E’ gravissimo non avere nel Def quello che ci dovrebbe essere e che noi avremmo voluto e cioe’ che ci fossero le misure necessarie a far ripartire l’Italia. Non c’e’ nemmeno un lontano settore di quella equazione del benessere fa ripartire il paese e che dice: meno tasse sulle imprese, sulla famiglia, sul lavoro equivalgono a piu’ consumi, piu’ produzione e anche piu’ lavoro e piu’ soldi nelle tasse dello stato. Qui manca qualunque misura di riduzione delle tasse”. Lo dice Silvio Berlusconi partecipando alla convention azzurra di Milano sulle ‘Idee per l’Italia’.

“LEGGE DI BILANCIO NEMICA DELL’ITALIA, PRESTO NUOVE ELEZIONI”

“E’ assolutamente indispensabile rilanciare il centrodestra. Credo che potremmo farlo presto percheènon passera’ molto tempo che tutti gli imprenditori del nord si accorgeranno che la legge di bilancio e’ nemica del lavoro e dell’Italia. Io credo che tutto saltera’ in Italia presto e che si dovra’ andare a nuove elezioni, nelle quali il centrodestra avra’ la maggioranza assoluta e potra’ tornare al governo”.

“SIAMO FORTEMENTE EUROPEISTI, MA UE DEVE CAMBIARE”

“Siamo fortemente, fortissimamente europeisti. L’Europa deve continuare ad esistere, ma deve cambiare. Non piu’ Europa dei burocrati e degli egoismi nazionali, ma l’Europa dei padri fondatori”. 

 

“ERRORE METTERE DA PARTE GHEDDAFI, NON PRONTI PER DEMOCRAZIA”

“I Paesi del Medio oriente hanno una popolazione che non è ancora pronta per la democrazia. Hanno una tradizione storica di dittattori, non si puo’ far saltare delle tappe alla storia ed e’ stato un grande errore mettere da parte Gheddafi”. Lo dice Silvio Berlusconi al convegno ‘Idee Italia’, organizzata dagli azzurri all’Hotel Gallia di Milano.

RUSSIA. BERLUSCONI: “INVECE ABOLIRE SANZIONI LEGA LE HA CONFERMATE”

I signori della “Lega hanno detto che avrebbero abolito le sanzioni e invece le hanno confermate”. “Io cerchero’ di rafforzare la nostra amicizia con la Russia” e mi auguro che “un futuro governo di centrodestra possa abolire queste sanzioni”. “Ritengo che Putin sia il numero uno dei leader mondiali, e non ce ne sono altri”. 

“TEMO DERIVA AUTORITARIA”

“Temo una deriva autoritaria pericolosa per tutti noi: i Cinque Stelle hanno detto che scatteranno le manette per chi farà il ‘lavoro nero’ e che si dovranno fare quelle spese che loro ritengono morali. Questa non è democrazia”. Così Silvio Berlusconi alla “tre giorni” di convegni “Idee Italia”, organizzata a Milano da Forza Italia.

Pur non chiudendo a Matteo Salvini, Berlusconi, intervistato sul palco da Sallusti, afferma: “Speravo che in un inizio di confronto tra le Lega e i Cinque Stelle, la Lega si rendesse conto di quanto fossero lontani da ciò che è moderato e liberale, addirittura con i vizi del vecchio comunismo”.

“SPESE IMMORALI? CON M5S STATO ETICO, CITTADINI SUDDITI”

I 5 stelle hanno detto “che chi prende i soldi deve fare le spese che loro decideranno, devono essere morali. Questa e’ la concezione dello stato etico, che non e’ lo stato che non ruba, è lo stato che decide lui quello che è il bene e quello che è il male per i cittadini. Lo impone e li trasforma da cittadini in sudditi. E guardate che il percorso per arrivare li’ non e’ poi cosi lungo”

“DITTATURE SANGUINARIE NATE DA VOTO POPOLI INCOSCIENTI”

“Le peggiori dittature sanguinarie non sono nate attraverso colpi di stato, ma attraverso il voto di popoli incoscienti. Cosi’ e’ stato per Hitler, Fidel Castro o altri”.

“LA PACE FISCALE E’ UN CONDONO”

Silvio Berlusconi commenta la pace fiscale di Lega e Cinque Stelle, chiamandola in termini critici condono. Parlando a Milano Berlusconi elenca le misure fiscale della maggioranza e tuona contro “la pace fiscale, che noi non abbiamo paura a chiamare condono”, dice.

 

 

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

5 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»