Cala il sipario sull’edizione 2015 del Napoli Film Festival. Tutti i premiati

matterhornROMA – Viene dall’Olanda e tratta il tema dell’omofobia “Matterhorn [Cervino]” di Diederik Ebbinge che si è aggiudicato il Vesuvio Award come Miglior Film del 17esimo Napoli Film Festival, concorso Europa/Mediterraneo. Tra i premiati proclamati al cinema Metropolitan anche Gianfelice Imparato, miglior attore della sezione SchermoNapoli Corti per “La smorfia”.

L’opera vincitrice, che sarà proiettata all’Institut français stasera 5 ottobre (ore 18:45 – ingresso libero), è stata scelta da una giura di studenti universitari “Per la capacità di coniugare estetica e contenuto, esaltando un messaggio estremamente attuale e necessario in una società divisa sul tema dell’omofobia. – si legge nella motivazione – Poetico e ironico, il film riesce a insinuarsi gradualmente, con leggerezza e armonia, nel cuore dello spettatore, pur affrontando un argomento complesso e delicato”. Il film si aggiudica anche il premio Augustus Color, consistente nella stampa di 5 copie DCP, il nuovo supporto digitale per la distribuzione italiana, e il premio FilmTV. Una menzione speciale è andata a “Blue Lips”, firmato da sei registi, Daniela De Carlo, Julieta Lima, Gustavo Lipzstein, Antonello Novellino, Nacho Ruiperez, Nobuo Shima. La redazione di Film Tv ha premiato anche “Durak (Il pazzo)” di Yuriy Bykov.

Per SchermoNapoli Scuola, premio per la categoria 5-14 a “Notre Dame de Ponticelli” di Mena Solipano dell’I. C. San Giovanni Bosco di Napoli. Premio per la categoria 14-18 “Outside school hours” di Claudio D’Avascio del Liceo Statale Don Lorenzo Milani di Napoli al quale va anche il Premio Vesuvio Award per il miglior cortometraggio. Il premio “Giovani Visioni”, assegnato da agenzia Dire e diregiovani.it, è andato a “Le faremo sapere” di Enzo Morzillo – I.S.I.S. Don Gnocchi di Maddaloni (Ce).

Per il concorso SchermoNapoli Corti con Imparato la Miglior Attrice è Giusy Lodi per “Bellissima”. Per la categoria Miglior Animazione “Facing off” di Maria Di Razza. Premio per il miglior cortometraggio Autoproduzioni a “Per un’ora d’amore” di Edgardo Pistone. Miglior cortometraggio della categoria “Realizzati da una casa di produzione” a “Nuvola” di Giulio Mastromauro. Il Vesuvio Award per il miglior cortometraggio va a “Teatro” di Ivan Ruiz Flores prodotto da Antonello Novellino. Per SchermoNapoli Doc, Miglior Autoproduzione è “La parte che resta” di Cristiano Regina, per le produzioni professionali, vince “Stay” di Giovanni Sorrentino. Vesuvio Award per il miglior documentario a “Costellazioni” di Luigi Cuomo.

napoli_film_festival_schermo_scuole

Vincono il concorso FOTOgrammi, organizzato in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli, il Corriere del Mezzogiorno e Teatri Uniti, “Pasta e ceci” di Carmela Ruggiero per la categoria Under 35, messo in palio dal Corriere del Mezzogiorno, “La ragazza con la pistola” di Davide Toniolo, che vince il Vesuvio Award per la migliore opera in concorso, e “Cella zero” di Salvatore Esposito, Premio Miglior Reportage scelto dal Corriere del Mezzogiorno. Nell’ultima giornata di proiezioni stasera (5 ottobre) all’Istituto Francese in cartellone: ore 17:00 Outside, school hours; ore 17:30 Costellazioni; ore 18:30 Teatro; ore 18:45 Matterhorn. Chiuderà la serata alle ore 20:30 Bande de Filles (Diamante Nero) di Celine Sciamma in versione francese.

5 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»