Caldo, con temperature minime tropicali svegli 12 milioni di italiani - DIRE.it

Ambiente

Caldo, con temperature minime tropicali svegli 12 milioni di italiani

caldoIl grande caldo che sta accompagnando il super anticiclone africano Flegentonte tiene svegli durante la notte circa dodici milioni di italiani che soffrono di insonnia con le temperature minime quasi tropicali raggiunte in molte città. E quanto afferma la Coldiretti che nel weekend da bollino rosso in 10 città sottolinea come a rendere difficile la vita non sono solo le temperature massime registrare durante il giorno ma anche le minime che praticamente ovunque sono salite sopra i 20 gradi ma che hanno raggiunto pero’ i 26 gradi a Trieste e Genova, ed i 25 gradi a Milano, Savona, La Spezia e Imperia. Le condizioni per garantire un buon riposo – sostiene la Coldiretti – dipendono molto dai comportamenti durante il giorno a partire da una alimentazione corretta. Cibi come pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, cipolla, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte fresco caldo e frutta dolce come pesche e nettarine – sottolinea la Coldiretti – possono venire in soccorso per superare le notti di passione.

Sono invece gli alimenti conditi con molto pepe e sale, ma anche con curry, paprika in abbondanza ed anche patatine in sacchetto, salatini, alimenti in scatola e minestre con dado da cucina – continua la Coldiretti – i veri nemici del riposo che le alte temperature rendono più difficile. Attenzione però anche a caffè e superalcolici che spesso accompagnano le serate in compagnia nei luoghi di vacanza ed anche agli alimenti in scatola che garantiscono praticità ai turisti che non vogliono perdere tempo nella preparazione dei cibi ma che – precisa la Coldiretti – sono considerati a “rischio” per chi vuole trascorrere tranquillamente la notte nelle braccia di Morfeo. Inoltre – continua la Coldiretti – ci si addormenta difficilmente a digiuno o comunque non sazi, ma anche nei casi di eccessi alimentari, in particolare con cibi pesanti o con sostanze eccitanti. L’attenzione all’alimentazione – continua la Coldiretti – è particolarmente importante nei soggetti a rischio come i bambini ma anche per i 4 milioni di anziano over 80 anni presenti in Italia.  Proprio per aiutare queste categorie piu’ a rischio si sono mobilitati i giovani agricoltori della Coldiretti che hanno distribuito nel week end ad Expo oltre mille chili di pesche e nettarine davanti al Padiglione “No farmers no party” all’inizio del cardo sud.

5 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»