Il mercato immobiliare si tinge di “rosa” e premia la qualità e la posizione delle case

MILANO – Millennials, non solo un’etichetta anagrafica, ma un fenomeno generazionale al centro dell’attenzione dei mercati. Comunicatori visuali, attenti alla reputazione del brand che acquistano, sempre connessi e sensibili al concetto di esperienza in ogni ambito della loro esistenza. Comprendere la relazione tra Millennials e Immobiliare è l’obiettivo dell’indagine realizzata da RE/MAX Italia, che ha voluto tradurre numeri e tendenze in informazioni pratiche per chiunque abbia a che fare, quando si parla di casa e di abitare, con questo insieme di giovani persone. L’agenzia ha messo a frutto la propria rete nazionale creando un focus group di 212 professionisti affiliati attraverso i quali raccogliere informazioni direttamente dal mercato. Il report fornisce due chiavi di lettura, una per l’acquisto e l’altra per la locazione degli immobili e presenta numeri e informazioni rappresentati in 4 macro aree italiane: Nord, Centro, Sud e Isole. L’età del “Millennial”, per questa indagine, è compresa nel range 25-38 anni e ciò per rendere realistico lo scenario di affrancamento dalla famiglia di origine.

Il quadro nazionale esprime i Millennials come quota di mercato (richieste di acquisto) del 33,7%. Il Millennial “tipo” è una donna (53,7%) che cerca un trilocale da acquistare (66,2%). La disponibilità per questo investimento è di 150.000 euro (47,5%) che verranno reperiti anche attraverso un mutuo immobiliare (70%) che coprirà l’80% dell’importo. Appare evidente che il supporto della famiglia di origine rimane significativo. Verrà data priorità all’acquisto ad un immobile ristrutturato (48,3%) e ben posizionato rispetto a mezzi di trasporto e servizi (33,8%). Per quanto riguarda la locazione, la quota “Millennials” è del 35,6% rispetto alla totalità degli aspiranti locatari. Anche in questo contesto l’indagine ci racconta la storia di una donna (54,8%) che cerca un trilocale (51%) arredato (49,6%) e favorevolmente posizionato rispetto a mezzi di trasporto e servizi (31,1%). La disponibilità di spesa dichiarata per il canone di locazione mensile è di 500,00 euro (71,3).

5 Giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»