Emilia Romagna

Biografie di Salvini fatte a pezzi in libreria, coda di protesta a Bologna

salvini_bio

BOLOGNA – C’è uno strascico nella contestazione che questa mattina i collettivi hanno messo in atto al leader della Lega nord, Matteo Salvini, oggi a Bologna per un tour elettorale. Hobo ha fatto un blitz in una libreria della città (la Feltrinelli sotto le Due torri), strappando alcune copie del libro del numero uno del Carroccio, “Secondo Matteo”. Il collettivo ha pubblicato un breve video su Facebook, annunciando l’avvio della “Operazione #svuotalibrerie: #SecondoMatteo fatto a pezzi”.

Nel video, meno di 20 secondi, si vedono due attivisti (vengono inquadrate solo le mani e le gambe) che afferrano quattro o cinque libri di Salvini, li aprono e strappano alcune pagine, buttando poi le copie in terra. Il filmato si interrompe quando una persona (forse un addetto della libreria) interviene per fermarli.

Non si fa attendere il commento di Salvini: “Distruggere e bruciare libri, la storia insegna, non è mai sintomo di grande intelligenza“. Il leader della Lega su Facebook, commentando il video diffuso dai ragazzi di Hobo, scrive: “Pazzesco, guarda come i sinistri di Hobo entrano in libreria oggi a Bologna, lanciando e strappando le copie di ‘Secondo Matteo’. Distruggere e bruciare libri, la storia insegna, non è mai sintomo di grande intelligenza”. Poi, in tono di sfida, aggiunge: “Alla faccia loro, il mio libro dopo poche ore è già quarto nella classifica generale delle vendite su Amazon“.

5 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»