A San Marino l'Iss aderisce a "Giornata del lavaggio delle mani" dell'Oms - DIRE.it

San Marino

A San Marino l’Iss aderisce a “Giornata del lavaggio delle mani” dell’Oms

lavarsi le mani

SAN MARINO – Lavare le mani puo’ contribuire a ridurre infezioni dell’80%, contro tutti i tipi di virus. Per ricordarlo, l’Oms ha scelto il 5 maggio quale “Giornata mondiale del lavaggio delle mani“, a cui quest’anno, per la prima volta, vi aderisce anche l’Iss con un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione. Per tutta il giorno infatti all’ingresso dell’Ospedale di Stato e’ stato allestito uno sit-in dove infermieri sono impegnati ad illustrare le pratiche di base per la prevenzione delle infezioni. E per sottolineare l’importanza dell’iniziativa, Bianca Caruso, direttore generale e Dario Manzaroli, direttore socio-sanitario dell’Iss, insieme a Francesca Masi, direttore del Dipartimento Ospedaliero, incontrano la stampa all’Ospedale di Stato.

L’igiene e il lavaggio delle mani possono controbuire a mantenere la salute, evitando e allontandando da noi e nostri cari fonti di infezioni”. Discorso che assume ancor piu’ rilevanza in ambiente ospedaliero, “dove i germi e batteri sono aggueriti e resistenti ai trattamenti antibiotici dei pazienti che possono essere particolarmente fragili e il discorso legato all’igiene e’ essenziale”. Lavare le mani e’ quindi “utile anche per noi operatori sanitari– sottolinea- in questa pratica c’e’ la sicurezza dei nostri ammalati e anche la nostra”. In Italia, secondo i dati diffusi, si stima infatti che dei pazienti ricoverati, un 5-8% puo’ contrarre un’infezione ospedaliera.

maniIl direttore del Dipartimento ospedaliero Masi ricorda poi il dato rilevato dall’ultimo report “Osservasalute”, presentato di recente all’universita’ Cattolica di Roma. “Per la prima volta, nel 2015, l’aspettativa di vita per la popolazione italiana e’ in calo– spiega- e, tra le cause, si sottolinea il fatto che non si investa piu’ nella prevenzione primaria”, consistente “in comportamenti, stili di vita, vaccinazioni e anche nel lavarsi le mani”. Un atto semplice, prosegue, che per un operatore sanitario “diventa un gesto indice di rispetto per le persone che accudiamo”.Quindi prende per ultima la parola il direttore Caruso: “Parlare del lavaggio delle mani significa parlare del controllo delle infezioni ospedaliere, e’ un’indicatore che dimostra se la struttura sta facendo questo lavoro”. Nell’ospedale di Stato ora vi e’ del personale dedicato, prosegue, “ma e’ un problema di cultura medica e infermieristica diffusa- conclude- non si deve mai sottovalutare che lavare le mani e’ la prima misura di prevenzione”.

5 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»