AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE calabria

Grasso in Calabria: la Mafia ruba la speranza ai giovani

P. Grasso

P. Grasso

“La mafia ha il fascino di rubare la speranza ai giovani ma è un atteggiamento falso perchè li porta alla devastazione e alla morte”. E’ quanto ha detto il presidente del Senato, Piero Grasso, partecipando alla manifestazione antimafia ‘Gerbera Gialla’ a Rosarno, promossa dal movimento Riferimenti.

“Questa- ha detto Grasso- è una giornata dedicata alla cultura della legalità che è anche un incontro con i giovani studenti, con la scuola e con la società civile che partecipa a questa manifestazione. Sono forse più di dieci anni che io vengo a questa manifestazione perché credo che la Calabria abbia bisogno anche di questi segnali. Simboli importanti per la volontà di riscatto di questa terra e perché le istituzioni devono stare il più possibile vicino non solo con le parole, ma anche impegnandosi per potere dare crescita e sviluppo, ai giovani. Magari anche in Europa, ma con l’idea di ritornare per dare un apporto alla propria terra”.

“Dobbiamo richiedere l’impegno di tutti quanti- ha proseguito il presidente del Senato- della comunità, della società civile della politica, così come abbiamo l’impegno della magistratura e delle forze dell’ordine. Dopo aver fatto per tanti anni il magistrato mi son reso conto che la repressione, pur se necessaria, non è sufficiente, questo lo sappiamo. Abbiamo bisogno che tutte le parti sociali partecipino, addirittura creando nuovi luoghi di aggregazione nei quali potere riscoprire i valori su cui i ragazzi possano fondare un futuro migliore”.

“Penso- ha concluso Grasso- che l’unica speranza che abbiamo è quella di una nuova dirigenza fatta da ragazzi che siano educati a questi valori e noi istituzioni dobbiamo fattivamente, concretamente, cercare di creare quella crescita e quello sviluppo che dia questa possibilità”.

05 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988