Conte: “Tap si farà, Tav vedremo se conviene”. E sulle banche dice: “Solo confronto tecnico, rimborsi non in dubbio”

Conte puntualizza che sulla norma per i risparmiatori truffati c'è stato "un dialogo molto franco e sereno". Ma c'è già "un miliardo e mezzo stanziato a favore di questo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Forse c’è stato uno scontro “ormai ideologico su qualche grande progetto” infrastrutturale, ammette il presidente del consiglio Giuseppe Conte, intervistato dal direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana.

“Prima c’è stato il Tap, problema risolto con un percorso trasparente, lineare. Oggi non è più in discussione il fatto che il Tap verrà realizzato. Poi c’è stato il Tav. Quelli sono i momenti in cui si crea la retorica per cui il governo non sarebbe a favore. Ma io sono stato chiaro: io ho il dovere di fronte a un investimento così cospiscuo, pensato 25 anni fa, che si realizzerà almeno tra 15 anni, di poter dire alla gente se conviene o meno, alla luce di tutti gli aggiornamenti tecnologici che ci sono stati”, spiega il presidente del consiglio.

“SU BANCHE CONFRONTO FRANCO, MA NESSUNO VOLEVA NEGARE RIMBORSI”

“Ne approfitto per una smentita. C’è stato un dialogo molto franco e sereno sulla norma per i risparmiatori truffati. Tutti quanti avevano le idee chiare. Abbiamo un miliardo e mezzo stanziato a favore di questo. Il problema è sbloccare questo miliardo e mezzo in un quadro regolatorio che viene anche dall’Europa. Ma posso assicurare che nessuno è stato latore di un obiettivo diverso. C’è stato un confronto tecnico“. Cosi’ il presidente del consigliio Giuseppe Conte intervistato dal direttore del Corriere della sera Luciano Fontana a proposito della discussione ieri in cdm sul dl crescita.

LEGGI ANCHE: Rimborsi ai truffati delle banche, il ministro Tria passa il ‘cetriolo’ alla Consap

SALVINI: “FIDUCIA IN CONTE, FARE IN FRETTA”

“Fare bene e fare in fretta. Ho piena fiducia in Conte, ha detto ‘faccio io’. Faccia…”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini parlando coi cronisti al termine del G7.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»