Emilia Romagna

In autunno Bologna, per quattro giorni, è la capitale del design

grafica BDW16_OK

BOLOGNA –  Il design in tutte le sue forme diventa protagonista nei palazzi, i musei, le gallerie d’arte i ristoranti, i negozi e i luoghi di formazione, per quattro giorni, dal 28 settembre all’1 ottobre a Bologna, in contemporanea col Cersaie. Si tratta del Bologna design week, che quest’anno porta con sé, tra le novità, il premio dedicato a Dino Gavina per tre sezioni: aziende, progettisti e pubblici esercizi. Ma anche una collaborazione con l’Istituto di arte applicata e design (Iaad) di Torino, che, proprio a Bologna, apre la sua seconda sede. La manifestazione che nella sua prima edizione, l’anno scorso, ha contato 35.000 visite, 225 espositori, 250 eventi, torna dunque il prossimo autunno e anche stavolta chiama in città designer e progettisti dall’Italia e dal resto del mondo, con l’ambizione di fare di Bologna la capitale del design. La presentazione, stamane nella sede dell’Ascom (dove è stato presentato il clip del famoso designer Emilio Nanni, che vedrete sotto) è una sorta di “chiamata alle armi”, spiega Enrico Maria Pastorello, general manager della manifestazione, che infatti apre alla candidature e alle proposte che da qui a fine settembre arricchiranno il programma. Per ora, aggiunge Pastorello, è un “work in progress” e conta, per esempio, la mostra internazionale dei vincitori dell’A design Award & Competition che porterà a Bologna, nei nuovi spazi dell’Iaad una selezione di aziende e progettisti da 50 paesi del mondo. Palazzo Isolani, invece, si presenterà come il contenitore per le installazioni di aziende e designer e Galleria Cavour per gli eventi, le mostre e le anteprime. E ancora, in città si terrà la mostra delle prime tesi degli studenti del corso di Design del prodotto industriale dell’Università e un’anteprima, il 12 maggio con il format “Sei designer per cinque minuti”, che permetterà a sei progettisti, appunto di raccontare il loro lavoro, in un tempo stabilito.

“Già l’anno scorso l’iniziativa dal respiro internazionale ha ottenuto ottimi risultati- commenta il direttore generale di Ascom, Giancarlo Tonelli– e per noi è importante perché mette in sinergia il design col mondo economico”. In questa seconda edizione, aggiunge l‘assessore comunale al Marketing Matteo Lepore, “abbiamo inserito il premio dedicato a Gavina che vogliamo rendere permanente e che chiede uno sforzo per raccontare il design in ogni spazio pubblico e privato della città. Ecco perché vorremmo allargare il più possibile i luoghi”. In questa direzione va anche la collaborazione di Comune e Ateneo con lo Iaad che, giungendo a Bologna da Torino (già città Unesco per il design), “non vuole solo aprire una sede, ma avere una visuale più ampia sui territori”, conclude il direttore dell’Istituto Laura Milani. Chi vuole aderire, candidarsi e inviare progetti ha tempo fino al 30 maggio 2016 (all’e-mail: [email protected]). Info: www.bolognadesignweek.com

 

Di Angela Sannai, giornalista professionista

5 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»