La Procura di Roma apre una nuova indagine sull’omicidio Pecorelli

A quasi 40 anni dal delitto una nuova indagine sull'omicidio del giornalista Mino Pecorelli, ucciso il 20 marzo del 1979 a Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A quasi 40 anni dal delitto, la Procura di Roma ha aperto una nuova indagine sull’omicidio del giornalista Mino Pecorelli, ucciso il 20 marzo del 1979 a Roma.

L’azione e’ stata avviata dai magistrati in seguito all’istanza avanzata da Rosita Pecorelli, sorella del fondatore dell’agenzia di stampa OP, lo scorso 17 gennaio. La Digos e’ stata incaricata di effettuare alcuni accertamenti preliminari, mentre nella richiesta firmata dall’avvocato Valter Biscotti si fa riferimento ad esami balistici su alcune armi sequestrate a Monza nel 1995 a una persona che in passato aveva fatto parte della formazione di estrema destra Avanguardia nazionale, tra cui una pistola Beretta calibro 7.65 e 4 silenziatori artigianali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»