DIRETTA | Occupazione femminile, tavola rotonda alla Dire

Ne parlano con Sandra Zampa le vicepresidenti di Senato e Camera, Anna Rossomando e Maria Edera Spadoni, e Valentina Gualtieri, ricercatrice Inapp e studiosa di mercato del lavoro ed esclusione sociale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Occupata meno di una su due. Che otto marzo è per le donne italiane?’. È questo il titolo dell’approfondimento che si terrà il 5 marzo alle ore 14 nell’ambito di DireDonne con le vicepresidenti di Senato e Camera, Anna Rossomando e Maria Edera Spadoni, e con Valentina Gualtieri, ricercatrice Inapp e studiosa di mercato del lavoro ed esclusione sociale.

“Nei trenta minuti di approfondimento, che saranno in diretta sulla pagina Facebook dell’Agenzia Dire e consultabili sul sito dell’Agenzia Dire cercheremo di individuare le principali ragioni che sembrano rendere impossibile un vero passo avanti sul versante dell’occupazione femminile che in Italia resta inesorabilmente al di sotto della media europea ma anche di comprendere se è possibile una sinergia femminile tra quante sono elette o al governo perché si avvii concretamente un’inversione di tendenza volta a promuovere l’occupazione delle donne ma anche la qualità del loro lavoro”. Così Sandra Zampa, giornalista, presenta la tavola rotonda all’agenzia Dire, nella sede di corso d’Italia 38/a.

LE BIOGRAFIE DELLE PARTECIPANTI

Anna Rossomando  

Sono nata a Torino il 30 giugno 1963. Avv. penalista. Ho iniziato l’attività politica a 14 anni nella Fgci. Consigliera comunale a Torino dal 1998 al 2006, sono stata responsabile nell’Unione regionale Ds Piemonte per i temi sicurezza, legalità ed istituzioni. Dal 2007 al 2009 Vicesegretaria Pd Piemonte.  Deputata del Partito Democratico dal 2008; eletta nella XVII legislatura nell’Ufficio di Presidenza della Camera e componente del Comitato Pari Opportunità e del Comitato Affari del Personale; componente del Direttivo dell’”Intergruppo per le Donne, i diritti e le Pari Opportunità” della Camera; Commissione Giustizia Camera dei Deputati; Capogruppo Pd Giunta per le Autorizzazioni. Nella XVIII legislatura (elezioni del 4 marzo 2018) sono stata eletta – nelle liste del PD – al Senato della Repubblica e nel Consiglio di Presidenza con la carica di Vicepresidente del Senato. Componente della Giunta delle elezioni e delle immunita’ parlamentari dal 17 luglio 2018, della 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) dal 21 giugno 2018 e per il Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa dal 17 luglio 2018

Maria Edera Spadoni   

Nata a Montecchio Emilia, frequenta il liceo scientifico Aldo Moro. Nel 1997, aderisce al progetto di interscambio EF e conclude il quarto anno di liceo negli Stati Uniti, diplomandosi alla Penncrest High School di Media, Pennsylvania. Nel 1998, si iscrive all’Università di Bologna, facoltà di lingue e letterature straniere moderne, indirizzo storico-culturale. Nel 2003, vince una borsa di studio Erasmus e frequenta il quarto anno accademico alla Technische Universität di Dresda. Si laurea nel 2004, discutendo una tesi dal titolo “Da Il Vicario di Rolf Hochhuth a Amen di Costantinos Gavras – un dibattito a più voci tra Chiesa e nazismo”. Dal 2007 lavora come assistente di volo. Politicamente attiva con gli Amici di Beppe Grillo di Reggio Emilia dal 2007, nello stesso anno partecipa al V-Day per il progetto “Parlamento Pulito”. Nel 2009, si candida per la lista civica Reggio Emilia 5 Stelle alle elezioni comunali di Reggio Emilia, senza riuscire ad entrare nel consiglio comunale. Alle elezioni politiche del 2013 viene eletta deputata della XVII legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione XI (Emilia-Romagna) per il Movimento 5 Stelle. Dal 7 maggio dello stesso anno è membro della III Commissione (Affari esteri e comunitari). È stata membro del Consiglio D’Europa all’interno della Commissione Uguaglianza e non Discriminazione e presidente del Comitato permanente Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, presso la Commissione Affari esteri. Il 6 settembre 2013, insieme ad altri 11 parlamentari del M5S, sale sul tetto di Montecitorio per protestare contro la proposta di delega all’articolo 138 della costituzione italiana che avrebbe permesso l’insediamento del cosiddetto “comitato dei saggi”. La proposta di delega verrà successivamente bocciata.  Il 25 maggio 2014, in occasione delle elezioni amministrative a Reggio Emilia, presenta un esposto denunciando presunti brogli elettorali riguardanti trentuno schede elettorali; la denuncia porterà al rinvio a giudizio del presidente di seggio coinvolto. Il 3 dicembre 2014 viene nominata, in Consiglio d’Europa, rapporteur sulla mozione Systematic collection of data on violence against women, di cui era la prima firmataria. Il rapporto viene approvato all’unanimità. nella sessione plenaria dell’Assemblea del mese di marzo 2016. L’11 febbraio 2015 deposita un’interrogazione chiedendo le dimissioni dell’allora sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio, accusato, secondo la parlamentare, di aver sottovalutato la criminalità organizzata durante il suo mandato di sindaco di Reggio Emilia (dal 2004 al 2014). A settembre 2016 viene eletta vicepresidente del gruppo parlamentare del proprio partito. Ad aprile 2017 risulta al 119 posto nell’indice di produttività, presentato da Openpolis, con una percentuale di presenze ai lavori parlamentari dell’80%. Alle elezioni nazionali di marzo 2018 viene rieletta deputata della XVIII legislatura, circoscrizione Emilia Romagna. Il 29 marzo 2018 viene eletta Vicepresidente della Camera dei deputati con 213 voti. E’ membro della XIV Commissione, Politiche dell’Unione Europea. Il 12 giugno 2018 deposita una proposta di legge per modificare l’articolo 5 della legge 31 ottobre 1965 per abrogare la norma che impedisce la sequestrabilità e la pignorabilità dell’indennità mensile e della diaria spettanti ai membri del Parlamento, con l’intento di combattere gli sprechi e i privilegi della politica.  

Valentina Gualtieri

Clicca qui per leggere il suo curriculum vitae integrale 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»