Influenza, quasi 4 milioni colpiti; Malattie reumatiche, 1 su 2 ignora fattori rischio; per 70% donne sterilità è tabù

EMA. CORTE UE RICEVE RICORSI ITALIA E COMUNE DI MILANO

Due i ricorsi ricevuti dai giudici europei di Lussemburgo per l’impugnazione dell’assegnazione dell’Agenzia europea del farmaco ad Amsterdam anziché a Milano: uno è dell’Italia alla Corte di giustizia dell’Ue, con la richiesta di annullare la decisione del Consiglio Ue, l’altro del Comune di Milano davanti al Tribunale dell’Ue, anche in questo caso con la richiesta di annullamento della decisione del Consiglio. “Dobbiamo provarci l’Ema è importantissima e la partita non è chiusa- commenta intanto il premier Paolo Gentiloni-  tuttavia non dobbiamo farci illusioni”.

 

TUMORI MAMMELLA. L’83,8% CHIRURGIE NON RISPETTA STANDARD

In Italia l’83,8% delle strutture che effettuano interventi su tumori alla mammella non rispetta gli standard, così come il 48,3% di quelle che effettuano l’Angioplastica coronarica transluminale percutanea. Per quanto riguarda i parti, invece, il 22,4% dei punti nascita è sotto la soglia standard dei 500 parti l’anno, al di sotto della quale è dimostrato che i criteri di qualità e sicurezza dell’assistenza risultano meno garantiti. Senza contare che a livello regionale si registrano percentuali variabili di parti cesarei, che vanno dal 20% al 59%. Sono i primi risultati che emergono dal nuovo Piano di monitoraggio dell’assistenza sanitaria del ministero della Salute, presentati a Roma.

 

 

INFLUENZA. AOGOI: DONNE IN GRAVIDANZA PIÙ A RISCHIO COMPLICANZE

“Le donne in dolce attesa devono prestare particolare attenzione all’influenza in quanto più esposte al rischio di complicanze che possono avere effetti negativi sia sulla mamma sia sul bambino. Vaccinazione, innanzitutto, ma anche semplici accorgimenti nella vita di tutti i giorni”. È la raccomandazione dell’Associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi) alla luce dei dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità, che segnalano – per questa stagione influenzale – una delle peggiori degli ultimi anni: 7 casi gravi di influenza nelle donne in gravidanza, contro nessuna segnalazione registrata lo scorso anno.

 

INFEZIONI CAVO ORALE IN AUMENTO: QUASI 6MILA CANCRI L’ANNO

Sono in aumento i numeri relativi al cancro orale, che colpisce circa 6mila persone all’anno in Italia. Persiste infatti un forte ritardo diagnostico, sia per la trascuratezza del paziente, che talvolta tende a ignorare lesioni o altri sintomi, sia per quella degli stessi medici. “Eppure- ha spiegato il professor Ugo Covani, direttore dell’Istituto Stomatologico Toscano nel corso del V Congresso dell’Istituto a Viareggio- si tratta di una patologia facilmente diagnosticabile in quanto non colpisce un organo profondo e non ha una manifestazione tardiva”. Secondo l’esperto, quindi, nel nostro Paese servirebbe la diffusione di una rete “per l’intercettazione, il controllo e la prevenzione del cavo orale”.

 

MEDICI SENZA FRONTIERE: 100MILA MORTI L’ANNO PER MORSI SERPENTI

Ogni anno nel mondo oltre 100 mila persone muoiono per il morso di un serpente. “Centomila morti evitabili”, secondo l’organizzazione umanitaria Medici senza frontiere, che lancia un appello per un accesso “equo agli antidoti veramente in grado di contrastare gli effetti del veleno”. La ong, che “tratta gratuitamente migliaia di casi all’anno nelle sue strutture”, auspica in particolare “lo sviluppo di un sistema di finanziamento internazionale di approvvigionamento di sieri sicuri e di qualità”.

5 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»