De Luca: "Aggredito, è stato un calvario ma ho retto" - DIRE.it

Campania

De Luca: “Aggredito, è stato un calvario ma ho retto”

de lucaNAPOLI – “Anni di pesante aggressione politica e mediatica per nulla. Anni di un calvario che avrebbe fatto scoppiare il cuore a chiunque. Abbiamo retto per le profonde motivazioni ideali e morali, e per l”assoluta serenità di coscienza”. Lo dice in una nota Vincenzo De Luca, presidente della regione Campania, oggi assolto in appello.

Esprimo il mio rispetto per la magistratura– aggiunge De Luca- la cui autonomia è un bene per i cittadini onesti e non un privilegio di alcuni. Il controllo di legalità nei confronti di chiunque è doveroso in democrazia. Mi auguro che si esaurisca, nel dibattito pubblico, la tendenza dilagante a calpestare con disinvoltura la dignità di persone e famiglie oltre le regole di uno Stato di diritto. Mi auguro che si affermi l”abitudine a confrontarsi civilmente, in un clima di rispetto reciproco. L’essere uomini- conclude De Luca- è più importante delle bandiere di partito”.

5 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»